alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Gravidanza, l’antifungino potrebbe causare aborto spontaneo

Attenzione al fluconazolo, un farmaco antifungino, che sarebbe particolarmente pericoloso in gravidanza tanto da poter aumentare addirittura il rischio di un aborto spontaneo. 

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

A lasciare l’allerta è uno studio danese pubblicato sulla rivista specialistica Jama che ammonisce sui pericoli dei medicinali a base di  fluconazolo: l’assunzione orale del farmaco sarebbe infatti molto pericolosa aumentando in modo significativo il rischio di aborto spontaneo. Meno rischioso invece l’utilizzo degli stessi farmaci a base di fluconazolo che vengono impiegati per uso locale, praticamente nella sola sede dell’infezione in particolare sotto forma di creme o di ovuli. 

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Ministero della Salute, il vademecum della promozione della salute femminile in età fertile

Arriva direttamente dal Ministero della Salute il primo vademecum realizzato per la promozione della salute femminile in età fertile: un’occhio di riguardo per le donne per la protezione della salute della futura mamma e del donna e del nascituro da alcune specifiche malattie tramite i giusti vaccini.

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Una circolare che arriva dopo la discussa proroga sull’obbligo delle vaccinazioni a scuola e che mette in evidenza che ci sono alcune malattie che possono incidere negativamente sulla fertilità, ma anche avere conseguenze negative sulla gravidanza. 

Brigitte Nielsen, come è diventata mamma a 55 anni

 Mamma a 55 anni: a distanza di un mese dalla nascita del quinto figlio, la ex modella e attrice Brigitte Nielsen svela come è riuscito a diventare mamma a un’età avanzata.

E lo racconta in una lunga intervista rilasciata a People senza nascondere che si è trattato di un lungo percorso cominciato ben dieci anni fa.

Se non vuoi utilizzare ovociti di una donatrice, devi congelare i tuoi stessi ovuli ad un’età ragionevole affinché ci sia una possibilità. 

pillola

Contraccezione d’emergenza, al via la campagna di Onda

La contraccezione d’emergenza? Resta un mistero per circa 7 italiane su dieci, un numero fin troppo alto come rilevato dall’indagine di Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donne, condotto su 757 donne.

pillola

I dati confermano che le donne sanno che la contraccezione d’emergenza esiste, ma non sanno assolutamente come deve essere utilizzata: solo la metà è consapevole del fatto che vada assunta il prima possibile dopo il rapporto sessuale non protetto, 7 su 10 non sanno neppure come agisce e solamente meno di una su 10 sa che la pillola dei cinque giorni dopo è ben più efficace rispetto alla pillola del giorno dopo.

Caldo in gravidanza, le linee guida del Ministero della Salute

Gravidanza e caldo, i consigli per l’estate

Con l’arrivo dell’estate e del caldo, la gravidanza può rivelarsi un po’ più complicata rispetto agli altri momenti dell’anno: durante la gestazione non è facile sopportare il caldo e le alte temperature anche perché le variazioni ormonali causano una dilatazione dei vasi sanguigni percepire ulteriormente la sensazione di caldo.

Caldo in gravidanza, le linee guida del Ministero della Salute

Per affrontare meglio il periodo, arrivano i consigli delll’Istituto Valenciano di Infertilità (Ivi) per le future mamme, per poter affrontare con maggiore serenità la gravidanza. Disidratazione, crampi, svenimenti, congestione o colpi di calore possono essere in agguato.

Ecco come evitarli e godersi l’estate senza pensieri. 

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell'OMS

Listeriosi in gravidanza, i rischi e la prevenzione

Come ridurre al minimo il contagio 

È ormai da qualche giorno a questa parte che si torna a parlare di listeriosi, malattia pericolosa causa dal batterio genere Listeria:  da quando, seppure in via precauzionale Findus e Lidl hanno ritirato dal mercato alcuni lotto di minestrone surgelato, è scattata l’allerta. 

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell'OMS

Gli esperti ricordano che la cottura elimina di fatto ogni rischio di contaminazione dal batterio, ma è anche vero che dovrebbero prestare particolare attenzione agli alimenti, alcuni soggetti in particolare, vale a dire, soggetti immunodepressi, anziani e donne in gravidanza.

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Diabete gestazionale, arriva la app da controllo

È un pericolo concreto per le future mamme e per i nascituri: il diabete gestazionale si presenta solo ed esclusivamente in gravidanza come specifica forma di alterazione del metabolismo del glucosio.

Una volta scoperto, il diabete gestazione deve essere accuratamente tenuto sotto controllo con la giusta alimentazione e solo nei casi più gravi è necessario ricorrere all’insulina.

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Nel momento in cui viene trascurato, rischia invece di trasformarsi in qualcosa di molto serio perché potrebbe causare anche gestosiaumento della pressione sanguigna, parto prematuro. 

test, gravidanza,

First to know, il primo test di gravidanza su sangue

Arriva dall’America e si chiama First to know ed è il primo test di gravidanza su sangue che viene commercializzato in Italia. Il vantaggio è che si può fare a casa e che è veramente precoce: secondo la ditta che lo produce, la Now Diagnostics, riesce a individuare una gravidanza già a partire da  7/8 giorni dopo il presunto concepimento, più o meno intorno al 21-esimo o 22-esimo giorno ciclo.

Il nuovo First to know, assicura la ditta, è molto preciso e accurato, con un rischio molto basso di falsi positivi o falsi negativi molto simile ai test del sangue laboratorio. E rispetto agli altri test sulle urine, consente proprio di scoprire una gravidanza anche all’inizio. 

Giappone, arriva il calendario delle nascite

Lo chiamano calendario delle nascite e si tratta in sostanza della programmazione di un figlio a turno. Accade in Giappone dove si registra un calo del tasso di natalità e dove al tempo stesso si cerca di trovare una soluzione con l’introduzione delle nascite programmate. Una realtà drammatica in realtà del mondo del lavoro in Giappone che testimonia da una parte il calo della popolazione e dall’altra la lotta quotidiana delle donne per riuscire a bilanciare il lavoro con la vita privata.

La ricerca di un equilibrio affligge tutte le donne, ma in Giappone in sostanza questo si traduce in una specie di aut aut: o si lavora o si fa la casalinga o si accetta di seguire i cosiddetti turni. 

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Acido folico in gravidanza, ecco quanto è importante

Acido folico, sì, no, forse. Tante sono state nel corso degli anni le considerazioni sull’utilità o meno dell’acido folico in gravidanza: alcuni studi continuano a ritornello come indispensabile per l’alimentazione, altri studi tendono invece a considerarne la sua sostanziale inutilità.

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Pare invece in effetti che l’acido folico faccia benissimo alla mamma, ma soprattutto al bambino e che sia assicurato anche all’interno della dieta mediterranea.

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Gestosi in gravidanza, un test per prevederla

La speranza è che possa arrivare presto anche in Italia, ma per il momento, il test per poter prevedere chi soffrirà di gestosi in gravidanza, è stato sperimentato ed è attivo presso il Royal Women’s Hospital di Melbourne. 

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

 

L’esame per poter valutare chi in gravidanza potrebbe soffrire di gestosi o preeclampsia, in pratica l’aumento della pressione sanguigna e delle proteine nelle urine della madre, ma pericolosa tanto da essere potenzialmente mortale per la donna e per il feto, è un semplice esame del sangue che va misurare due proteine che vengono rilasciate dalla placenta. 

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Parlare al feto nel pancione, un falso mito

Parlare al feto mentre si trova nel pancione, fargli ascoltare la musica, magari leggergli una fiaba: si è sempre pensato che interagire con il feto all’interno del pancione fosse importante per la formazione del bambino. Convinzioni che alla fine si rivelano come un falso mito: i feti riescono a malapena a sentire il rumore che proviene dall’esterno e di certo non riescono ad ascoltare la voce di mamma e papà o gli input che gli arrivano dall’esterno.

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

La conferma arriva dallo studio condotto da Marisa Lopez-Teijón e dalla sua equipe dell’Institut Marquès presentato all’Istituto Karolinska e l’Università di Stoccolma sulle capacità di udito del feto.

dieta gravidanza, gravidanza

Dieta vegana e vegetariane in gravidanza, cause dei danni neurologici permanenti al feto

I pediatri hanno già recentemente stabilito quanto una dieta vegana o vegatariana possa essere dannosa per i bambini, costretti magari a subire una cambio di modello alimentare in famiglia.

Ma i danni possono cominciare molto prima con la scelta della futura mamma in gravidanza di continuare a seguire un’alimentazione vegetariana o vegana che può causa danni neurologici permanenti al feto. 

dieta gravidanza, gravidanza

A lanciare l’allarme, gli esperti dell’ospedale Bambino Gesù di Roma e dell’ospedale Meyer di Firenze che hanno individuato, grazie allo screening neonatale esteso, come i regimi alimentari sbagliati della madri costituissero la causa del deficit della vitamina B12 nel feto. 

maternità figli

Figli, la maternità aumenta di 11 anni l’età biologica

Avere figli farebbe invecchiare prima: questo è quanto sostiene una recente ricerca americana secondo cui i figli regalerebbero ben 11 anni all’età biologica della madre. 

maternità figli

La ricerca sostiene che diventare madre accorcia i telomeri di una donna di circa il 4,2%: i telomeri sono una sorta di ’cappucci’ che proteggono la parte terminale del cromosoma limitandone il deterioramento.

Quindi più sono lunghi i telomeri, più rallentato sarà l’invecchiamento e maggiore sarà la longevità. Ma non nelle donne che hanno avuto figli.