Brigitte Nielsen, come è diventata mamma a 55 anni

di Fabiana Commenta

 Mamma a 55 anni: a distanza di un mese dalla nascita del quinto figlio, la ex modella e attrice Brigitte Nielsen svela come è riuscito a diventare mamma a un’età avanzata.

E lo racconta in una lunga intervista rilasciata a People senza nascondere che si è trattato di un lungo percorso cominciato ben dieci anni fa.

Se non vuoi utilizzare ovociti di una donatrice, devi congelare i tuoi stessi ovuli ad un’età ragionevole affinché ci sia una possibilità. 

Ha rivelato l’attrice svelando come sia riuscita ad avere la puzzola Frida lo scorso 22 giugno: per l’attrice si tratta del quinto figlio (dopo quattro anni) e per il marito, sposato nel 2006, si tratta della prima maternità.

È un percorso molto lungo, voglio che le donne sappiano è che tutto è possibile ma bisogna essere realistici. C’è l’attesa. Un’altra cosa da sapere è che è molto costoso. 

Ha confermato l’attrice invitando da una parte le donne a non mollare e dall’altra a rendersi conto di quanto si tratti di un percorso lungo e costoso.

Quando ho incontrato Mattia abbiamo deciso insieme di congelare gli ovuli per il nostro futuro insieme…. Un figlio a 55 anni. Capisco che le persone possano essere scettiche. Ma è la mia vita. E poi quanti uomini hanno figli a 60 e 70 anni e nessuno dice nulla? 

Ha detto l’attrice spiegando di aver congelato i propri ovuli quando aveva 40 anni, ma senza nascondere la lunghezza e i costi elevati di un percorso difficile.

Le possibilità di rimanere incinte così sono bassissime, 3/4%. Non è garantito che funzionerà. Ho avuto molte delusioni e ci abbiamo provato per dieci anni. Arrivava la telefonata tanto attesa, ma il risultato era sempre negativo. 

Almeno fino alla nascita di Frida.

 

photo credits | instagram