Le ricette di Cotto e Mangiato per bambini, Panbrioches con crema e fragole

di Redazione 1

Un dolce facile da realizzare e perfetto per i bambini è il panbrioches con la crema e le fragole. Non è stagione, ma questo frutto si trova tutto l’anno. E se proprio non vi vanno o c’è un’allergia, abbastanza comune, potreste sostituirle con qualsiasi frutto, dalla banana al kiwi, dai frutti di bosco alle pere. Come sempre questa è una delle fantastiche ricette di Cotto e Mangiato, la rubrica di cucina di Benedetta Parodi. Trovo che sia anche la soluzione ideale per una festa di Carnevale o un party con tanti bambini.  Che ne dite? Proviamo a realizzarlo? Seguite, come sempre, con molta attenzione la ricetta. La cosa migliore è dotarsi di tutti gli ingredienti. E se volete, fatevi aiutare dai vostri piccolini: sarà molto divertente.

Panbrioches con crema e fragole di Cotto e Mangiato

Ingredienti:

  • 4 fette di panbrioches
  • 50 ml di panna fresca
  • 50 ml di latte
  • Qualche goccia di estratto di vaniglia
  • 2 uova
  • Burro per friggere
  • Fragole a piacere (va bene anche un altro tipo di frutta)
  • Zucchero
  • Limone

Per la crema:

  • 2 cucchiai di yogurt greco
  • 2 cucchiai di mascarpone
  • Un cucchiaio di miele
  • zucchero a velo per decorare

Procedimento:

Questa ricetta di Cotto e Mangiato è davvero facile: in poco tempo i vostri bambini saranno felicissimi. Dovete sbattere insieme latte, panna, uova e vaniglia. Tagliare le fragole (o la frutta scelta da voi) e condirle con zucchero, limone e lasciarle da parte. Mescolare yogurt, mascarpone e miele. Arrivati a questo punto la farcia è pronta. Dovete quindi inzuppare le fette di panbrioches nella pastella e friggerle in un padellino con una noce di burro per rosolarle bene senza farle bruciare. La ricetta è pronta, ora va decorata. È necessario servirle calde in un piatto accanto alle fragole con il loro sughetto e una bella cucchiaiata di crema.  Per rendere il tutto più dolce e gradevole, spolverizzare con zucchero a velo. E come direbbe Benedetta Parodi: “Cotto e mangiato”.