Nausea gravidanza combatte acupressione

Nausea in gravidanza, in arrivo un nuovo farmaco

Una miracolosa combinazione tra vitamina B6 (piridossina) e doxilamina, un antistaminico sarebbe alla base del primo farmaco appositamente studiato per contrastare efficacemente la nausea e il vomito in gravidanza come raccomandato dalle linee guida dell’Associazione dei ginecologi ostetrici americani (ACOG). 

Si tratta di un farmaco autorizzato in Canada dal 1979 e finalmente adesso disponibile anche in Italia. 

Nausea gravidanza combatte acupressione

Nausea e anche vomito rappresentano un fenomeno molto comune nel primo trimestre di gravidanza dato che si tratta di una serie di difese del corpo alla nuova condizione.

Gelato Day, la ricetta del tiramisù in gravidanza

Si festeggia oggi il Gelato Day: la settima edizione è tutta dedicata al gelato al tiramisù, variante del celeberrimo dolce italiano amato in tutto il mondo. 

Savoiardi, caffè, uova sono gli ingredienti indispensabili per la preparazione del tiramisù tradizionale, ma la domanda è una: si può mangiare il tiramisù in gravidanza? 

 

Tiramisu with strawberry on the table. Top view.

In effetti non si tratta di un dolce toppo raccomandato per le future mamme: andrebbe evitati per la presenza delle uova crude, pericolose in gravidanza per il rischio di toxoplasmosi, ma in effetti anche per la presenza della caffeina, che dovrebbe essere assunta con moderazione per evitare effetti indesiderati.

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Riforma del congedo di maternità, i dubbi degli ginecologi

Cambia il congedo di maternità: come previsto dalla nuova legge, cambia il periodo di fruizione dei 5 mesi di congedo obbligatorio. 

Le mamme in sostanza potranno scegliere di lavorare fino al parto usufruendo invece dei 5 mesi di congedo a gravidanza terminata, a cominciare dal giorno di nascita del bambino.

 

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischioInsomma si potrà lavorare fino al momento del parto e prendere poi la maternità obbligatoria fino ai 5 mesi del figlio: naturalmente sarà necessario anche il consenso del medico del Servizio sanitario nazionale che dovrà attestare che non ci siano rischi per la salute della mamma e  del bambino. 

galleggiamento, gravidanza, acqua

Pacchetti benessere alle terme, i trattamenti concessi i gravidanza

Sta diventando sempre più comune l’abitudine di regalare pacchetti benessere, ingressi alle terme per godersi un po’ di relax e godere di un momento tutto per sé. Spesso e volentieri pacchetti del genere vengono regalati anche alle donne in attesa di un bambino: ma è possibile godersi le terme anche in gravidanza?

galleggiamento, gravidanza, acqua

Sì, ma con riserva. I trattamenti dovranno, anche e soprattutto in gravidanza, essere effettuati intatta sicurezza, tenendo conto che le terme in gravidanza sono concesse alle mamme che stanno vivendo una gestazione normale e senza problemi. 

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell'OMS

Listeriosi in gravidanza, i rischi e la prevenzione

Come ridurre al minimo il contagio 

È ormai da qualche giorno a questa parte che si torna a parlare di listeriosi, malattia pericolosa causa dal batterio genere Listeria:  da quando, seppure in via precauzionale Findus e Lidl hanno ritirato dal mercato alcuni lotto di minestrone surgelato, è scattata l’allerta. 

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell'OMS

Gli esperti ricordano che la cottura elimina di fatto ogni rischio di contaminazione dal batterio, ma è anche vero che dovrebbero prestare particolare attenzione agli alimenti, alcuni soggetti in particolare, vale a dire, soggetti immunodepressi, anziani e donne in gravidanza.

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Gestosi in gravidanza, un test per prevederla

La speranza è che possa arrivare presto anche in Italia, ma per il momento, il test per poter prevedere chi soffrirà di gestosi in gravidanza, è stato sperimentato ed è attivo presso il Royal Women’s Hospital di Melbourne. 

fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

 

L’esame per poter valutare chi in gravidanza potrebbe soffrire di gestosi o preeclampsia, in pratica l’aumento della pressione sanguigna e delle proteine nelle urine della madre, ma pericolosa tanto da essere potenzialmente mortale per la donna e per il feto, è un semplice esame del sangue che va misurare due proteine che vengono rilasciate dalla placenta. 

gravidanza, placenta, colina

Mangiare placenta dopo il parto, una moda inutile

Spopola già da qualche tempo a questa parte all’estero, ma sembra proprio che mangiare la placenta dopo il parto non sia affatto benefico quanto si possa credere.

La tendenza, tanto da trasformarsi in una moda, nasce nei paesi industriali, come Stati Uniti, ma anche Australia e in Europa, Regno Unito, Francia, Germania lanciata da vip e celebrities che hanno sempre gridato al miracolo parlando dei magnifici effetti della placenta.

gravidanza, placenta

Assunta sotto forma di pillola dopo il parto, avrebbe in realtà un effetto veramente minimo o nullo sull’umore postpartum, sul legame materno o sull’affaticamento.

alimentazione, dieta, fertilità, fecondazione eterologa, test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Anomalie cromosomiche nel feto, un test non invasivo per individuale

Un semplicissimo esame del sangue della futura mamma che consente di poter individuare le eventuali anomalie cromosomiche nel feto attraverso Nativa, il nuovo test prenatale di screening non invasivo (NIPT – Non Invasive Prenatal Test).

test, anomalie, I gemelli nati alla 37esima settimana sarebbero meno a rischio

Si tratta di un test che consente di poter analizzare i frammenti del DNA del feto ed eventualmente di indicare quando sia necessario effettuare un approfondimento ulteriore con tecniche più invasive come l’amniocentesi o la villocentesi.

Ma come funziona Nativa? In pratica consente di poter individuare delle anomalie cromosomiche nel feto eseguendo un prelievo dal campione di sangue venoso materno. 

galleggiamento, gravidanza, acqua

Gravidanza, perché regalarsi la terapia del galleggiamento

È uno dei trattamenti preferiti all’interno delle spa, ma la terapia del galleggiamento è particolarmente indicata anche alle donne in gravidanza. Il motivo? È rilassante, regala un innegabile senso di benessere e attenua tutti i dolori.

galleggiamento, gravidanza, acqua

In che cosa consiste il galleggiamento? In pratica ci si stende, si galleggia in una vasca in cui sono stati disciolti calda nella quale sono stati disciolti alcuni grammi di solfato di magnesio, il tutto in un ambiente insonorizzato e privo di luce.

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell'OMS

Gravidanza: le visite da fare secondo le raccomandazioni dell’OMS

Trattandosi la dolce attesa di un periodo estremamente delicato e soggetto, per forza di cose, a numerose precauzioni tutte volte al benessere ed alla salvaguardia della salute di mamma e bebè, è bene sottoporsi a frequenti controlli e visite che assicurino il monitoraggio della gravidanza ed il suo buon andamento. Nel caso in cui vi stiate chiedendo quali esami effettuare e con quale cadenza, l’OMS ha di ricente divulgato le proprie raccomandazioni a riguardo.

Alcol in gravidanza, il 50% delle mamme in attesa non rinuncia a bere

Quante volte abbiamo parlato di alcol e di gravidanza? Davvero tantissime eppure l’informazione sembra non essere mai a sufficienza, soprattutto in questa particolare fase della vita. In Italia più del 50% delle future mamme bevono almeno due bicchieri di alcol durante il periodo della gravidanza, mentre nel resto dell’Europa si oscilla dal 6% della Svezia all’82% dell’Irlanda.

gravidanza-alcol