Fiori di Bach quali sono utili in gravidanza

di Redazione Commenta

Gravidanza

Oltre ad essere un momento di grande gioia nella vita di una donna, la gravidanza porta con sè una serie di sensazioni poco piacevoli come ansia e paura. Si tratta di emozioni naturali, dunque non è il caso di preoccuparsi, ma per poter meglio affrontarle, tra i rimedi naturali vi è l’assunzione dei Fiori di Bach. Questi ultimi sono in genere consigliati da medici e ostetriche durante e subito dopo la gravidanza, nel delicato periodo post-partum. Trattandosi di un supporto totalmente naturale non vi è pericolo che possano arrecare controindicazioni ne nei confronti della madre, ne nei confronti del bambino, ne che possano creare dipendenza.

Tra i fiori di Bach uno sicuramente indicato è Walnut, che è quello che infonde coraggio dando un senso di protezione e sostegno alla mamma relativamente alle paure legate a quello che sarà il ruolo che andrà a ricoprire a breve. Legato invece alla paura di risultare poco attraente o poco “importante” agli occhi del proprio compagno è Crab apple. Mustard risulta utile per ciò che concerne gli attacchi di tristezza o di momentanea depressione, mentre red chestnut è ideale per combattere l’iperprotettività della donna nei confronti del bambino non ancora nato.

Tra i “disturbi” dovuti alla gravidanza, specie agli ultimi periodi, c’è la stanchezza legata al pancione che si rivela essere un peso non indifferente. A questo proposito olive può risultare utile nel combattere la stanchezza fisica. Per i disturbi prettamente fisici come la fastidiosa nausea perfetto è Scleranthus. Da non dimenticare, infine, ma solo nei casi di effettivo bisogno, rescue remedy.

Photo Credit | Thinkstock