Articoli per neonati: la culla

di Redazione 4

culla

L’acquisto della corretta culla è importantissimo perché è proprio lì che il vostro piccolo trascorrerà molte ore. Se scelta con attenzione potrà accompagnare il bambino anche fino ai 3 anni di età. In commercio ne esistono diverse e per tutte le tasche. Prezzo a parte è fondamentale prestare particolare cura nella scelta dei diversi componenti: rete, fodera, guanciale, lenzuolo e materasso.

La rete deve essere piatta, resistente e con doghe in legno. Il materassino ideale è quello in gommapiuma (bene anche quelli di lattice) dotato degli indispensabili buchi antisoffoco. Deve inoltre essere: antiallergico, antibatterico e lavabile. Il guanciale, che almeno nei primi mesi di vita, risulta non essere indispensabile deve essere piccolo e alveolare. In questo modo il bambino qualora dovesse girarsi a faccia in giù riuscirà a respirare perfettamente. Il lenzuolo ideale è di cotone o di fibra naturale.

Controllate sempre che la vernice della culla sia atossica. Per evitare che il bambino vi possa infilare la testa la distanza tra le sbarre di protezione deve essere massimo di 6,5 cm.
Ricordatevi che per evitare i rischi di morte improvvisa (SIDS) non dovrete mai mettere il piccolo a testa in giù: la posizione ideale, consigliata dai pediatri, è quella di farlo dormire a pancia in su.

Dove posizionare la culla? Soprattutto nei primi mesi di vita e se si tratta della prima gravidanza i genitori sono orientati a fare dormire il piccolo nella stanza matrimoniale. In questo modo possono sentire meglio il respiro e averlo sempre vicino. Se il vostro istinto vi suggerisce di agire in questo modo per essere più sicuri non ci sono particolari controindicazioni. Con calma, quando il piccolo sarà cresciuto e avrete compreso che può tranquillamente dormire da solo, agirete di conseguenza.
Infine vi ricordiamo di non fumare in cameretta e di tenere la temperatura della stanza compresa tra i 18° e i 20°.