Lo sport in gravidanza fa bene al nascituro

di Mariposa Commenta

Siete in attesa del vostro bambino. Questi mesi possono sembrare lunghi, in realtà passeranno in un attimo, soprattutto in assenza di complicanze. La pancia crescerà mese dopo mese e ci saranno davvero tantissime emozioni, come la prima ecografia, la scoperta del sesso, il primo calcetto. Come fare a mantenersi in forma? Ovviamente con un po’ di movimento. Lo sport è d’aiuto alla mamma, ma anche al nascituro.

A sostenerlo è uno studio degli scienziati svedesi del Karolinska Institutet in collaborazione con i colleghi spagnoli del Polytechnic University-Madrid. Durante la ricerca sono state “arruolate” ben 160 donne sane incinte, tendenzialmente sedentarie con un’età compresa tra i 25 e 35 anni. Queste signore sono state divise in due gruppi, uno ha partecipato a un programma di esercizio moderato, durante il secondo e il terzo trimestre, l’atro ha continuato a svolgere la sua vita normalmente. Risultato?

Al momento del parto, le inattive hanno messo al mondo, con maggiori complicanze, neonati con un peso eccessivo (in media oltre 4 chili) e con una maggiore propensione a sviluppare diabete e alcuni tipi di tumore. Fare sport quindi non aiuta solo la salute e la forma fisica della mamma, ma migliora anche quella del bambino. C’è di più, perché l’attività permette anche di rinforzare la muscolatura.

Considerate il peso dell’utero gravido tende a spostare il baricentro in avanti, provocando un’anteroversione del bacino, che può favorire dolorose lombalgie e di lombosciatalgie dolorose. Esercizi per una corretta postura e tonificazione della muscolatura addominale e dorsale possono attenuare o eliminare del tutto il problema. Inoltre, lo sport migliora la circolazione, riducendo ovviamente la ritenzione idrica, le varici, il senso di pesantezza e tensione nella parte inferiore delle gambe. Certo, non bisogna esagerare. Per questo motivo si consiglia un allenamento leggero, magari in acqua in assenza di forza di gravità. Fatevi consigliare dal vostro medico curante l’attività più adatta alle vostre esigenze.

Photo Credit| ThinkStock

[Fonte]