Gli sport da evitare in gravidanza

di Daniela 1

sport e gravidanza

Abbiamo più volte segnalato l’importanza dello svolgere attività fisica in gravidanza, in quanto fa bene sia alla mamma che al bambino, ma essendo la gestazione un momento particolare, dovete fare un po’ di attenzione allo sport che scegliete, in quanto non tutti sono indicati durante questa condizione.

Gli sport da evitare sono sicuramente quelli molto faticosi e che sottopongono a sforzi prolungati nel tempo, in quanto potrebbero incidere sull’impianto embrionale, sul suo corretto sviluppo e sulla formazione della placenta.

Per questo, le discipline dell’atletica leggera, come la corsa e il salto, non sono consigliate durante la gravidanza, ma anche gli sport come la pallavolo, il tennis, la pallanuoto e il calcio andrebbero interrotti, perché, oltre ad essere molto faticosi, presentano elevati rischi di traumi, che possono derivare anche da una semplice pallonata che, però, in gravidanza non è da sottovalutare. Proprio per il rischio di traumi e di cadute, anche l’equitazione e lo sci non andrebbero praticati durante la gestazione, a meno che non si tratti dello sci di fondo, che può essere effettuato lentamente, come fosse una passeggiata.

Le attività migliori da praticare in gravidanza sono il nuoto, ovviamente non a livello agonistico, la ginnastica dolce in acqua e il pilates, perché sono discipline che prevedono movimenti lenti e studiati per questa condizione, ma anche la semplice camminata è utile per fare del movimento, purché sia praticata lentamente e con tranquillità.