La prima visita del neonato: quando farla e in cosa consiste

di Daniela 2

prima visita del neonato

Due settimane dopo la sua nascita il bambino deve effettuare la sua prima visita pediatrica, durante la quale il medico verificherà che sia tutto posto e i neo genitori potranno chiarire i loro dubbi in merito al loro nuovo ruolo. La visita di controllo del neonato può essere effettuata presso la struttura nella quale è nato, oppure in uno studio specialistico privato, e di solito viene strutturata in due fasi: la prima, che è un colloquio nel quale il pediatra parla con i genitori e ascolta le prime impressioni sul nuovo ruolo, e la seconda, ovvero la visita vera e propria.

Durante la visita vengono controllati diversi parametri per verificare lo stato di salute del piccolo, vediamo insieme quali sono. Prima di tutto il pediatra controllerà il peso, che è il parametro più importante, in quanto è indice della corretta alimentazione del bambino; in genere il peso del bambino, superato il calo fisiologico dei primi tre giorni, aumenta di 25 o 30 grammi al giorno.

Un altro parametro che valuta il medico è la lunghezza, anche se non è un dato che indica la buona salute del piccolo; anche la misura della circonferenza della testa è soggetta ad indagine da parte del medico, perché permette di verificare la velocità di crescita del cranio e, in parte, lo sviluppo del cervello.

Un altro parametro fondamentale da controllare durante le prime visite è quello relativo all’anca, in quanto al momento della nascita potrebbe esserci stata una fuoriuscita del femore; in ogni caso, entro il primo trimestre, tutti i bambini vengono sottoposti all’ecografia all’anca. Durante la visita il pediatra controlla anche lo stato delle fontanelle craniche, cioè che non siano troppo tese o infossate.

Per quanto riguarda il cordone ombelicale, che si secca e si stacca dopo un paio di settimane dalla nascita, il medico controlla che le medicazioni siano effettuate nel modo corretto. È molto importante anche il controllo neuromotorio del piccolo: il bambino viene posto in determinate posizioni per vedere se è in grado di muovere bene testa braccia e gambe. Durante le prime visite pediatriche, il bimbo viene sottoposto anche ad alcuni test per verificare che non ci siano problemi di vista e di udito.