Halloween: storia, significato e qualche polemica

di Redazione 1

festa di halloween

Festeggiare la notte di Halloween il 31 ottobre è una tradizione che, ormai da diversi anni, sta prendendo piede anche in Italia: anche se non sono molti i bambini che vanno a bussare di porta in porta chiedendo “Trick or treat” (dolcetto o scherzetto), è abbastanza comune che in questa occasione i nostri bimbi partecipino a feste o eventi, opportunamente truccati e mascherati: una sorta di Carnevale a tema mostruoso.

Ma quanti di voi conoscono le vere origini di questa festa? E perché il simbolo di Halloween è una zucca? Per non farvi trovare impreparati di fronte alle eventuali domande dei bimbi più curiosi, ve lo raccontiamo noi.

Il termine Halloween deriva da All Hallows Eve, ovvero “vigilia di tutti i santi” che ricorre appunto, secondo il calendario cristiano, il 1 novembre.  La festa di Halloween ha però origini molto più antiche, visto che furono le popolazioni pre-cristiane, e in particolare i Celti, a diffondere l’usanza di festeggiare, indossando maschere mostruose, l’inizio dell’inverno con canti e danze intorno al fuoco.

Più precisamente, secondo i Celti, la festa di Samhain (così la chiamavano) cadeva in un particolare momento che non apparteneva né all’anno vecchio né all’anno nuovo, e in questa circostanza lo spazio che separava i vivi dai morti diventava più labile; per questo, di solito si lasciava sulla tavola qualcosa da mangiare per gli eventuali visitatori dall’aldilà, e forse da qui arriva l’usanza del Trick or treat.

E la zucca cosa c’entra in tutto questo? Anche la leggenda di Jack O’Lantern arriva dall’Irlanda. Jack O’Lantern era un fabbro irlandese che, in più di una occasione, era riuscito ad ingannare il Diavolo facendosi promettere che mai avrebbe preso la sua anima. Quando il malvagio Jack morì, naturalmente non andò in Paradiso, ma neanche il Diavolo lo volle all’inferno a causa del patto che avevano fatto. Anzi, per scacciarlo gli tirò un tizzone ardente, che Jack mise sotto una rapa (che poi, in America, diventò la più comune zucca) per difenderlo dal vento e non lasciarlo spegnere. Da allora, Jack e la sua lanterna (Jack O’Lantern appunto) vagano in attesa dei Giudizio Universale.

Con tutti questi riferimenti a mostri, streghe e persino al Diavolo, è piuttosto naturale che la festa di Halloween non abbia mancato di suscitare polemiche soprattutto nel nostro Paese: alcune autorità del mondo cattolico la ritengono addirittura una festa blasfema, che inneggerebbe a Satana e alle forze del Maligno. Altri, più pragmaticamente, la considerano l’ennesima “colonizzazione” americana dei nostri usi e costumi: una festa che, insomma, non avrebbe nulla a che vedere con la nostra tradizione.

Voi cosa ne pensate? Vi piace la festa di Halloween? La festeggiate con i vostri bambini?