Lo stress preconcezionale aumenta la possibilità di avere figlie femmine

di Redazione 1

Ci sono delle notizie curiose che vanno prese con senso critico e ironia. Questa è una di quelle. Secondo lo studio condotto dal Department of Public Health della Oxford University le donne che soffrono di stress hanno maggiori problemi a restare incinta. E fin qui nulla di nuova. Quello che sorprende è che questi esperti hanno inoltre notato che queste signore hanno maggiori possibilità di avere delle bambine.

La ricerca ha esaminato il rapporto tra lo stile di vita (dalla dieta al lavoro) e la capacità di concepire. Non è la prima volta che vengono effettuati studi di questo tipo, ma sicuramente è il primo che lega la routine che deve affrontare quotidianamente la potenziale mamma alla nascita di figlie femmine.  Insomma, lo stress preconcezionale influisce sul sesso del bebè.

Sono state coinvolte ben 338 donne inglesi alla ricerca di un figlio. I medici hanno ribaltato la loro vita come un calzino indagando su tutto (l’alimentazione, il lavoro, i rapporti con la famiglia e anche l’attività sessuale). Inoltre, sono stati testati anche i livelli di cortisolo e alfa-amilasi di sei mesi in sei mesi. Cecilia Pyper, a capo del gruppo di ricerca, ha puntualizzato:

La ricerca ha esaminato il modo in cui lo stress influisce sul concepimento: oltre a prendere acido folico, a smettere di fumare e controllare di essere immunizzati nei confronti della rosolia, le donne dovrebbero anche cercare di ridurre i loro livelli di stress.

Il risultato dell’indagine ha evidenziato che le donne che avevano avuto un maschietto erano il 75% in meno, fra le signore che avevano alti livelli di cortisolo. È interessante il ruolo di questo ormone, che è legato allo stress a lungo termine, mentre i livelli di alfa-amilasi possono avere dei picchi conseguentemente a uno stress improvviso (un’emozione forte, come una semplice litigata) ed è legato anche alla difficoltà di concepire, anche se non è ancora noto il perché. 130 volontarie sono riuscite ad avere bambini, complessivamente sono nati 58 maschi e 72 femmine.