La guida del bambino da 0 a 12 mesi: il settimo mese

di Mariposa 2

settimo mese del bambino

I bambini a sette mesi sono dei veri vulcani. Per loro tutto diventa una scoperta e un’occasione per imparare qualcosa, iniziano a muoversi, dovrebbero gattonare e sanno stare seduti e i più intraprendenti cercano di tirarsi su, appendendosi alla mamma o alle sponde del lettino. Ecco quindi la nostra Guida per seguire la crescita del neonato.

Abilità motorie

Come abbiamo detto la principale abilità è proprio la capacità stare seduti, che permette al bambino di relazionarsi meglio con gli altri, ma anche di mangiare in posizione eretta e quindi affrontare con serenità lo svezzamento. Dovrebbe essere in grado anche di tenere il biberon da solo e di afferrare con consapevolezza gli oggetti che lo circondano. Fate attenzione quindi agli occhiali, quando lo avete in braccio.

Alimentazione e sonno

È il secondo mese di pappa solida e dovreste aver trovato un equilibrio. Dal settimo mese è possibile introdurre il pesce (scegliete quelli magri come la sogliola, il merluzzo e il palombo), il prosciutto cotto, senza il grassino laterale, può sostituire la carne.  I pasti non devono essere troppo ripetitivi ma lasciate che il bambino si abitui al gusto e se questo vuol dire cucinare sempre le stesse cose e nello stesso modo, in questa fase va benissimo. Il sonno dovrebbe essere regolare. Il piccolo potrebbe ancora svegliarsi una volta o due di notte, ma è ormai un percorso in fase di sviluppo.

Interazione

Al settimo mese, i neonati sono molto divertenti. Dovrebbe aver imparato a riprodurre i suoni, soprattutto le sillabe. Non è tutto, il bambino ora identifica bene le persone e riconosce anche le espressioni facciali, quindi sia per sgridarlo sia per farlo ridere basterà lo sguardo giusto. Inizierà a mostra timidezza, imbarazzo o anche un po’ di timore nei confronti delle persone che non conosce.

Controlli da effettuare

Dal 5 all’11 mese non sono previste vaccinazioni o richiami. Se vi trovate in autunno, potreste far fare al piccolo l’antinfluenzale. È consigliabile, comunque, prevedere dei controlli medici per monitorare la crescita.

Photo Credit | ThinkStock