La guida del bambino da 0 a 12 mesi: il nono mese

di Mariposa Commenta

nono mese

Il nono mese del bambino è un momento importante, perché rappresenta una tappa di crescita fondamentale. Ormai da neonato possiamo considerarlo un bimbo, che manifesta apertamente la sua personalità, sta scoprendo se stesso i suoi gusti e sta affermando la sua autonomia. È una fase meravigliosa di interazione e di comunicazione, anche con i genitori. Ecco la nostra Guida.

Abilità motorie

Non ci sono grandi cambiamenti dall’ottavo al nono mese, se non il rafforzarsi di tutti quei progressi che giorno dopo giorno sta compiendo. Molti genitori decidono di acquistare un girello al bambino, per invogliarlo a camminare e a muoversi. Potete ovviamente farlo, ma fate molta attenzione all’uso e allo strumento. Sono abbastanza comuni i piccoli incidenti domestici, quindi lasciate che si muova con quest’aiuto sono in stanze ampie e lontane da scale e gradini (anche tappeti).

Alimentazione e sonno

Tra l’ottavo e il nono mese, potete iniziare a proporgli sapori diversi. Il bambino inizierà a mangiare un po’ di tutto, purché sia ancora abbastanza morbido. Spingete molto su passati di verdura che possono essere molto indicati per regolarizzare l’intestino e per abituarlo a mangiare anche in futuro tanta frutta e verdura. È ancora piccolo, quindi è promosso il pisolino dopo mangiato.

Interazione

Noterete che il bambino inizierà a ridere con gusto. Prima i suoi erano più dei sorrisini, oggi potrebbero essere delle vere e proprie risatine come reazioni a facce buffe (che non solo distingue, ma riconosce) e a solletico e carezze leggere. Si mostrerà sempre più interessato alle conversazioni degli adulti e alle attività di mamma e papà. Potrebbe quindi non essere facilissimo farlo addormentare la sera, soprattutto se dovesse innescarsi il dubbio, che durante la nanna ci sono delle attività ludiche, molto divertenti.

Controlli da effettuare

Dal 5 all’11 mese non sono previste vaccinazioni o richiami. Se vi trovate in autunno, potreste far fare al piccolo l’antinfluenzale. È consigliabile, comunque, prevedere dei controlli medici per monitorare la crescita.

Photo Credit | ThinkStock