La guida del bambino da 0 a 12 mesi: ottavo mese

di Mariposa Commenta

ottavo mese

Il nostro bambino sta crescendo in fretta, sembra ieri che era nella nostra pancia e ora sa già fare tantissime cose da solo. Ogni giorno diventa un po’ più autonomo e acquista più consapevolezza di sé e del suo corpo. In questo periodo, il piccolo non ha bisogno solo della solita dose di amore e coccole, ma anche di essere stimolato al gioco. Ecco la nostra Guida per seguire lo sviluppo del bebè.

Abilità motorie

All’ottavo mese il bambino gattona abbastanza abilmente, anche se alcuni piccoli tendono a strisciare. Non vi preoccupare, sono tappe normali nella crescita e questo non ostacolerà le loro abilità motorie e la capacità di camminare. È sempre più evidente la coordinazione occhio mano e la capacità di afferrare gli oggetti, stringendo la manina come una pinza. Inoltre, il bimbo inizierà anche a indicare. Quello che la mamma può fare è invitarlo a muoversi da solo, quindi non abbiate timore che possa cadere, farsi male, lasciatelo pure andare in giro per casa… ovviamente tappando le prese della corrente e facendo attenzione agli spigoli e ai gradini.

Alimentazione e sonno

Questo è il secondo, terzo mese di svezzamento e dovreste aver notato ormai un cambio del ritmo. L’introduzione della pappa solida e il progressivo abbandono del latte avranno sicuramente reso il bambino più stabile e regolare nell’alternare periodi  il sonno e la veglia e dovrebbe anche aver allungato il riposo notturno. Sono normali, invece, gli stati di stitichezza.

Interazione

Il bambino ha voglia di giocare e risponde agli input con entusiasmo. Stimolatelo quindi quanto più potete. Esistono dei bellissimi librettini con disegni grandi, ma anche parti costruite in plastica e tessuti, che i bimbi possono e toccare e mettere in bocca che sono perfetti per questa fase della vita. E poi fategli ascoltare la musica e la radio, mentre per la televisione sono ancora troppo piccoli.

Controlli da effettuare

Dal 5 all’11 mese non sono previste vaccinazioni o richiami. Se vi trovate in autunno, potreste far fare al piccolo l’antinfluenzale. È consigliabile, comunque, prevedere dei controlli medici per monitorare la crescita.

 

Photo Credit | ThinkStock