Come organizzare il fasciatoio

di Ishtar Commenta

Avete appena acquistato il fasciatoio o vorreste ottimizzare quello già a disposizione? Se vi state chiedendo come fare, di seguito troverete una serie di accorgimenti e consigli utili, probabilmente banali, ma capaci di facilitare tutte le varie operazione legate al bebè. Organizzare i cassetti del fasciatoio in maniera ottimale non è poi così difficile. Pensate a quali siano i prodotti che vogliate riporre, quanto frequente sia il loro utilizzo ed a cosa servano, ovviamente.

Come organizzare il fasciatoio

Cosa mettere nei cassetti del fasciatoio, dunque? Nel primo potrete mettere tutti quei prodotti per l’igiene e la detersione del bimbo. Quì troveranno posto creme, detergenti, pannolini, salviette, spazzole per capelli, olii e così via.

In quelli sotto, invece, potrete inserire gli indumenti intimi (mutandine, canottierine, body, ma anche i pigiamini ed i bavaglini). A tal proposito, potrebbero risultarvi utili i divisori per cassetti, li trovate ovunque, anche da Ikea. Completate il cassetto con l’accappatoio o le asciugamani per il bagnetto. Nel caso in cui il fasciatoio sia nella cameretta, potrete inserire anche i vari capi di abbigliamento: t-shirt, vestitini, maglioncini, pantaloni e così via.

Il consiglio spassionato è di non acquistare troppi indumenti. Tenete solo quelli necessari. A questa età i neonati crescono in fretta, non avrete il tempo materiale di utilizzarli tutti, con un netto risparmio economico e di spazio in casa.

Proseguendo con gli altri cassetti, utilizzateli per inserire le copertine per la nanna e le eventuali scorte di prodotti per il bebè. Nel caso in cui il fasciatoio sia di piccole dimensioni potreste integrarlo con uno di quei portaoggetti da appendere alla parete. Relegate a quest’ultimo il compito di custodire i prodotti per l’igiene. Per approfondimenti leggete anche:

Prodotti per bambini: il fasciatoio

Come cambiare il pannolino al neonato

Le proposte Foppapedretti per la cameretta dei bambini

Cameretta del neonato, ecco come arredarla

Photo Credit | Thinkstock