Arriva il 2012: 5 desideri per le mamme

di Treditutto 1

desideri mamme nuovo anno

Mancano pochi giorni alla fine dell’anno: tempo di bilanci, di buoni propositi e anche di speranze. Il 2011, con il suo carico di emozioni ed esperienze, belle e meno belle, sta per terminare e, come ogni volta, ci aspettiamo e ci auguriamo reciprocamente un nuovo anno migliore.

Ho pensato quindi di usare questo spazio per esprimere cinque desideri per il 2012, cinque desideri che vorrei si realizzassero per tutte noi mamme. Vi propongo poi, se lo vorrete, di aggiungere anche i vostri: in fondo, l’unione fa la forza, hai visto mai che se li esprimiamo tutte insieme, almeno qualcuno si possa avverare?

  • Primo: in questo momento di grande difficoltà ma anche di grande cambiamento, vorrei  che si trovasse il modo di dedicare più attenzione alla famiglia e alle sue necessità. Vorrei che ci fossero più asili nido, che il reinserimento delle neomamme nel mondo del lavoro fosse supportato, che le famiglie a basso reddito abbiamo un aiuto reale… dite che non sto esprimendo un desiderio,  ma descrivendo un’utopia? Forse, ma io ci provo lo stesso.
  • Secondo: vorrei che tutte le mamme ricordassero sempre che figli si nasce, ma genitori si diventa, e che quindi è inutile e deleterio perseguire impossibili ideali di perfezione. Siamo umane, il nostro bambino è arrivato sprovvisto del manuale di istruzioni, per cui possiamo sbagliare, e sbaglieremo di certo. Impariamo ad accettarlo e vivremo meglio con noi stesse e con gli altri.
  • Terzo: auguro a tutte le mamme di riuscire, nonostante i mille impegni e i mille pensieri che la genitorialità comporta, a prendersi in quest’anno più spazi per sé e per la coppia. Siamo mamme, ma siamo anche persone, donne che prima di partorire avevano interessi, obiettivi, aspirazioni. Se li abbiamo persi, riprendiamoceli, non toglieremo nulla ai nostri figli se lo facciamo, anzi. Un bambino è felice se lo sono i suoi genitori.
  • Quarto:  vorrei che la scuola che frequentano o frequenteranno i nostri bambini sia alla loro altezza, perché loro sono delle risorse meravigliose che non devono essere sprecate. Il mio desiderio è che si ricominci a costruire quel futuro in cui molti ragazzi non credono più. A partire da adesso.
  • Quinto: il mio quinto e ultimo desiderio è molto banale, ma mi auguro di cuore che si avveri per tutte voi. Vorrei che sorridessimo di più. Tutti.

 Photo Credits: Thinkstock