Vacanze in sicurezza con i bambini, i consigli dei pediatri 

di Fabiana Commenta

La prudenza non è mai troppa neppure in vacanza soprattutto se si hanno dei bambini: che la destinazione sia mare, città, montagna o lago, la parola d’ordine è sempre attenzione. 

vacanze bambini, Bambini in montagna, le precauzioni per una vacanza serenaVacanze in sicurezza con i bambini, i consigli dei pediatri

Quando si parte con i bambini è bene prestare ancora più attenzione ai farmaci da portare in vacanza, all’alimentazione, ma anche essere particolarmente accorti al mare o in montagna per evitare insidie o problemi di salute.

Vacanza con i bambini vademecum dei pediatri

A riassumere tutta una serie di accortezze necessarie per trascorrere le vacanze con i bambini in sicurezza e con serenità arriva il vademecum realizzato dall’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), con il supporto del primario di Pediatria, Gaetano Mariani. Piccoli, ma saggi consigli per poter vivere al meglio la vacanza. 

In montagna con i bambini

In montagna è bene ricordare di cominciare la giornata con l’energia di una buona prima colazione. 

La prima regola da seguire è di evitare di salire gradualmente evitando di raggiungere quote troppo alte troppo rapidamente. Un comportamento del genere potrebbe anche causare disturbi come mal di testa, insonnia, spossatezza, perdita di appetito e anche nausea.

L’altitudine inoltre aumenta l’effetto delle radiazioni solari: sono necessari anche in montagna un filtro solare elevato e gli occhiali da sole senza dimenticare le scarpe comode ovviamente. 

Al mare con i bambini 

Al mare o in piscina, mai dimenticare di proteggere la pelle dal sole con prodotti adatti. È inoltre importante digerito prima di tuffarsi ed evitare proprio il bagno se l’acqua è molto fredda.

Meglio non allontanarsi troppo da riva con loro, soprattutto se il mare è mosso.

Occhio alle punture da tracina e in caso di puntura, ricordare che dolore scompare mettendo la sede della puntura a contatto con il calore. 

Mai e poi mai lasciare i bambini soli in acqua, e soprattutto se non hanno ancora imparato a nuotare.

Il viaggio all’estero con i bambini

Se avete programmato un viaggio all’estero, ricordate che l’incidente più comune è quello della diarrea del viaggiatore. I soggetti a più alto rischio sono proprio i bambini e la causa più comune è causata dall’assunzione di alimenti e bevande contaminati. 

Occhio quindi a verdura, frutta, legumi crudi o che non possano essere sbucciati o cotti, attenzione alle uova crude o poco cotte, ai pesci crudi e a diverse salse preparate in casa come la maionese che potrebbe nascondere delle insidie.

 

Come evitare la diarrea del viaggiatore

Con piccole accortezze, è possibile evitare problemi. Ricordate di lavare sempre bene le mani con acqua e sapone prima di mangiare, evitate sempre verdure crude e frutta non sbucciata, gli insaccati, le carni crude o poco cotte, le uova crude, molluschi e pesci crudi, mai usare latte se non bollito e formaggi freschi se non siete certi della provenienza. Scegliere solo acqua in bottiglia sigillata anche per il ghiaccio. 

In caso di diarrea è bene evitare la disidratazione, molto pericolosa soprattutto per i più piccoli: somministrate soluzioni reidratanti contenenti sali e glucosio. 

VACANZE AL MARE, I BENEFICI PER I BAMBINI

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK