Estate con i neonati, i consigli della Società Italiana di neonatologia 

di Fabiana Commenta

 

Prima estate con il neonato? Di certo le ansie per i neo genitori non saranno poche: luoghi comuni, falsi miti e informazioni di diverso genere si succedono creando anche una certa ansia per le neo mamme e i neo papà. 

neonato, pelle, nomi, bambini, bambini, salute, neonato, reddito di maternità, Epilessia nei bambini: l'importanza di una diagnosi precoce

Per fortuna, a fare chiarezza, arriva il vademecum della Società Italiana di neonatologia che offre una serie di consigli per vivere in modo più sereno l’estate pensando al benessere del neonato anche nel momento in cui ci si reca in vacanza, al mare o in montagna. 

Anche in città, attenzione alla zanzare: meglio evitare i luoghi con troppi insetti, scegliere le zanzariere anche sulla culla, ma evitate prodotti repellenti sulla pelle dei bambini prima dei sei mesi di vita.

Anche in città, sì all’aria condizionata, ma con criterio: la temperatura dell’ambiente dovrà essere solo di 3-5 gradi inferiore a quella esterna e le bocchette dovranno essere indirizzate verso l’alto. Se tenete l’aria accesa la notte, la ventola dovrà essere regolata sul minimo.

I buoni consigli partono poi direttamente dal viaggio: i neonati possono viaggiare in auto, mezzo di trasporto indicato che favorisce anche il sonno. 

Naturalmente le condizioni dovranno essere idonee: attenzione quindi alle condizioni climatiche che dovranno essere ottimali nell’abitacolo. Mai viaggiare nelle ore più calde e naturalmente il piccolo dovrà viaggiare in totale sicurezza all’interno dell’ovetto o della navicella in base all’età. 

Vacanza al mare

Mai esporre il bambino ai raggi solari diretti, ricordarsi di proteggere la pelle con indumenti chiari e leggeri di fibre naturali. Ricordate anche un cappellino con falda, una visiera e gli occhiali da sole. Evitate di applicare sulla pelle dei neonati creme protettive o comunque se necessario scegliete quelle con minerali come ad esempio l’ossido di zinco o titanio che tendono a non essere troppo untuose e che impediscono la penetrazione dei raggi solari senza chiudere i pori. 

Meglio aspettare invece per il bagno in piscina o al mare a causa della temperatura e della contaminazione dell’acqua. 

Vacanza in montagna

Se scegliete di portare i neonati in montagna per la vacanza, abbiate l’accortezza di evitare altezze eccessive e comunque superiori ai 2000 metri, ma anche vacanze mordi e fuggi di due giorni. 

I piccoli hanno la necessità di adeguarsi ai cambiamenti fisiologici richiesti dal cambio di altitudine.

 

ARIA CONDIZIONATA DEL BAMBINO, COME REGOLARLA 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK