Diventare mamma in estate, i consigli per la cura del neonato

di Redazione Commenta

neonato-estate

Diventare mamme in estate è bellissimo, ma bisogna prestare attenzione a diverse cose, per evitare di esporre il neonato a colpi di calore. Se da un lato le lunghe serate, vi permetteranno di stare all’aria aperta con il bimbo fino a tarda sera (una manna in caso di coliche), dall’altro la bella stagione porta con sé alcune problematiche che le neomamme devono conoscere.

Prima di tutto il neonato non deve stare mai alla luce diretta del sole. Ricordate quindi di vestirlo leggero, con materiali naturali e traspiranti (come lino e cotone) e proteggetelo dal sole, con paraventi, ombrellini, cappellini e protezione solare. Seconda cosa, non portatelo in spiaggia. Il mare, soprattutto a giugno e a settembre, è indicato come destinazione, ma non deve andare in spiaggia, dove le temperature possono essere elevate. E soprattutto non deve uscire nelle ore calde, dalle 10 alle 17.

Ricordate poi che un bimbo di sei mesi può anche fare il primo bagnetto “salato”, ma il neonato proprio no, per evitare un’acqua troppo fredda, magari contaminata e soprattutto, nelle prime settimane di vita, evitare che il moncone del cordone ombelicale s’infetti. E la montagna? Il clima è decisamente più adatto, ma evitate di superare i 2000 metri. Semmai, fate una tappa intermedia per acclimatarlo. Stessa cosa anche per scendere, al fine di evitare di sbalzi di pressione e quindi dolore alle orecchie.

A proposito di pressione, i neonati possono viaggiare in aereo (sempre dopo aver chiesto una consulenza al pediatra), ma aiutate il bambino attraverso la suzione: l’allattamento al seno è il modo migliore per evitare la chiusura della comunicazione tra faringe e orecchio medio. E la macchina? Promossi anche i viaggi in macchina, ricordate però che, oltre all’uso del seggiolino, la macchina non deve mai essere troppo calda.

Infine, ricordate che il bebè non ha bisogno di acqua, se allattato al seno, mentre potrebbe aver bisogno di un’integrazione con il latte artificiale, ma deve sempre essere prescritta dal medico curante.

 

Photo Credit | Thinkstock