Bambini, come affrontare il caldo estivo

di Redazione Commenta

Bambini, come affrontare il caldo estivo

Anche quest’anno ci accingiamo ad affrontare il caldo estivo che, nonostante abbiamo tanto desiderato, ci metterà a dura prova. I soggetti più a rischio sono i bambini e gli anziani. Questi infatti sono più predisposti a malori legati alle alte temperature, ecco perchè dovranno venire riservate loro delle attenzioni particolari. Tra queste, specie per ciò che concerne i piccoli, come sottolineato durante l’ultimo International Pediatric Workshop tenutosi a San Pietroburgo, la regola fondamentale consiste nel portare sempre dietro dell‘acqua fresca, da fare bere nel momento del bisogno.

Non solo, lo stesso Giuseppe Mele, presidente della Simpe (Società italiana medici pediatri), suggerisce di non impostare in casa il condizionatore alle massime temperature, ma di preferire la funzione di deumidificazione, atta a creare  le condizioni idonee per una buona traspirazione. Uscendo fuori casa la differenza tra la temperatura interna e quella esterna sarebbe troppo alta e potrebbe provocare dei disturbi più o meno pericolosi. Il sistema di termoregolazione nei bambini non è ancora del tutto stabilizzato, ecco perchè essi patiscono il caldo molto più rispetto agli adulti.

Tra le precauzioni da mettere in atto, dunque, far bere loro molta acqua, portandola sempre dietro specie quando si vada fuori casa. Non solo: frutta e verdura in abbodanza risultano grandi alleate contro l’afa, privilegiatele nell’ambito dell’alimentazione dei bambini, diminuendo invece l’apporto delle proteine, in particolar modo quelle provenienti dalla carne rossa.

Infine sarebbe bene evitare di fare uscire il bambino nelle ore più calde e scegliere tessuti freschi e leggeri, di colori chiari, per l‘abbigliamento. Utili possono risultare dei cappellini per coprire il capo e degli occhiali da sole per proteggere gli occhi. A completare il quadro si consiglia l’utilizzo di prodotti alla citronella, per tenere lontane le zanzare, per le quali i bambini risultano particolarmente “appetibili”.  Quì invece i consigli per le future mamme.

Fonte

Photo Credit | Thinkstock