Il “Piccolo libro dei perché” di Telefono Azzurro

di Redazione 3

Perché mamma e papà hanno deciso di separarsi? Perché i genitori litigano? Perché alcuni strumenti sono pericolosi, come internet? E soprattutto perché è nato il Telefono Azzurro e come lo si può contattare? Sono questi (e molti altri) gli interrogativi cui cerca di dare una risposta il “Piccolo libro dei perché”, un testo rivolto ai piccoli e alle loro famiglie per informare e guidare.

Arrivati a une certa età i bambini iniziano a farsi delle domande importanti e a volte cercano di rispondere da soli, commettendo degli errori. Ecco perché diventa davvero fondamentale aiutare i cuccioli di casa a formarsi un’opinione, ma anche rassicurarli di fronte a delle cose davvero un po’ troppo grandi per loro, come la separazione dei genitori.

Questo testo lo potete trovate nelle piazze italiane, il 19 e il 20 novembre, ovvero domani e domenica, in occasione della campagna “Accendi L’Azzurro” e della “Giornata Mondiale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”. L’obiettivo è quello di raccogliere fondi per sostenere il lavoro di quest’associazione, che da 25 anni cerca di aiutare i bambini in difficoltà, per non lasciarli soli anche nelle situazioni più complicate. Pensate che in soli 24 mesi, le richieste d’aiuto sono state 5800 al Centro Nazionale di Ascolto di Telefono Azzurro.

Oltre al libro, ovviamente, nelle piazze ci sono le candele. Basta una piccola offerta per contribuire al potenziamento delle linee 1.96.96, dedicata ai bimbi e agli adolescenti (ricordo che si tratta di un servizio gratuita) e 199.15.15.15, numero invece per adulti e operatori dei servizi. Quali sono i motivi che spingono i ragazzi a telefonare?

Secondo i dati raccolti da Telefono Azzuro, c’è una nuova minaccia e si chiama sexting, che sta per l’invio di video a sfondo sessuale: il 10% riceve materiale pedopornografico sul telefonino o via internet e la maggior parte non parla con i suoi genitori di questi argomenti. Per conoscere la piazza più vicina dove incontrare i 7000 volontari di Telefono Azzurro consultate www.azzurro.it.