Pasquetta: giochi all’aria aperta per bambini

di Chiara R 2

Buongiorno ragazze! Oggi è Pasquetta e come da tradizione si organizzano scampagnate e pic-nic all’aria aperta. Per permettere anche ai vostri bambini di trascorrere una bella giornata e di scaricare tutta la loro energia, ho pensato di segnalarvi qualche bel gioco che potete proporre ai vostri bimbi per una gita fuori porta davvero divertente.

Acqua, fuoco e fuocherello: E’ un gioco molto divertente adatto ai bambini dai 2 anni in su. Sono necessari 3 o più giocatori. A turno si benda un bambino mentre gli altri nascondono un oggetto a scelta. Dopo esserti tolto la benda, il bambino deve trovare l’oggetto nascosto aiutato dagli altri dicendo acqua, fuoco o fuocherello a seconda se il bambino è lontano, vicino o vicinissimo all’oggetto. Il gioco prosegue fino a quando il bambino non trova l’oggetto nascosto.

Il bruco: E’ un gioco di squadra molto sfizioso, adatto ai bambini al di sopra dei 7 anni. Sono necessari molti giocatori. Per iniziare, si formano due o più squadre (a seconda del numero dei giocatori) ognuna delle quali rappresenta un bruco. I bambini si dispongono in fila indiana, senza toccarsi. Un bambino impersonerà la testa del bruco e guiderà i movimenti degli altri bambini che potranno camminare, correre, saltare, etc.. Lo scopo del gioco è quello di spezzare il bruco avversario, insinuandosi nello spazio tra i bimbi che lo compongono e di inglobarne i componenti. Vince i bruco più lungo!

Il lupo mangia frutta: E’ un gioco classico ma che riscuote sempre molto successo. I bambini sorteggiano colui che farà il lupo e scelgono un posto dove il lupo non può accedere. Ogni bambino dovrà, poi, pensare ad un frutto. Il lupo dirà Toc Toc facendo finta di bussare ad una porta e i bambini risponderanno dicendo Chi è? E il lupo: Sono il lupo mangia frutta. I bambini risponderanno: E che frutta vuoi? A questo punto il lupo dirà il nome di un frutto. Se nel gruppo c’è un bambino che aveva pensato al frutto nominato dal lupo deve iniziare a correre cercando di non farsi acchiappare dal lupo. Quando vorrà, per sfuggire potrà rifugiarsi nel posto prescelto non accessibile al lupo. Se il bambino, invece, viene raggiunto prenderà il posto del lupo.

Divertenti vero?