Mamme “bugiarde” per il loro bambino

di Redazione 1

 

Dire qualche bugia per coprire il proprio bambino. Chi non lo ha fatto? Capita a tutte le mamme di omettere qualche dettaglio per far apparire il proprio piccolo come il bimbo più perfetto del mondo. Non lo si fa neanche consapevolmente o con malizia, è un comportamento istintivo, da mamma.

Un nuovo sondaggio condotto da Netmums su 5.000 utenti ha dimostrato che molte signore, per paura di essere criticate (è così fastidioso, soprattutto da altre donne e non mamme) o di non apparire all’altezza del ruolo, spesso dicono qualche piccola bugia.

Lo ha confessato il 66% delle intervistate. Ma cerchiamo di capire meglio questa dinamica. Intanto non bisogna vergognarsi di ammettere questa debolezza, perché è la cosa più umana del mondo e poi è tipica delle neomamme. All’inizio non è facile prendersi cura di un esserino minuscolo, che dipende da noi in tutto.

Ci sono amiche già mamme che sanno tutto, sorelle così brave da sembrare Maria Montessori in persona, suocere che a volte invadono il territorio e madri che pur di essere d’aiuto, tendono a intromettersi un po’ troppo. Ognuna ovviamente si deve misurare con una situazione diversa.

Quali sono le bugie più classiche? Dipende dall’età del bambino, ma potrebbero riguardare l’ora della nanna (se vanno a letto presto), se mangia senza fare storie o, una volta più grandi, quanto tempo passano davanti alla televisione. In realtà, le mamme non mentono per proteggono il loro bambino, ma la loro “reputazione” di mamma.