Quali malattie infantili sono prevenibili attraverso la vaccinazione?

di Redazione 4

42-15610018

Sono molte le patologie, infantili e non, prevenibili attraverso la vaccinazione; alcune di esse anche molto gravi. Molte sono state debellate mediante la pratica vaccinale, ma sottoporre il bambino alle vaccinazioni obbligatorie rimane importante. Vediamo perchè

Difterite

La difterite non è più presente in Italia da molti anni. Ma ancora esiste in diverse parti del mondo.

Tetano

Il germe responsabile dell’insorgenza del tetano si annida nel terreno e sulle superfici sporche dalle quali penetra nell’organismo attraverso ferite ed escoriazioni. Il tetano causa problemi respiratori e colpisce i muscoli; se non trattata può essere letale.

Pertosse

Si manifesta con tosse persistente e sensazione di soffocamento che possono perdurare anche per mesi. Se il bambino è piccolo la pertosse può essere molto pericolosa.

Malattie causate dall’haemophilus influenzae

L’haemophilus influenzae (HIB) è un microrganismo che può causare diverse patologie fra cui meningite, otite, polmonite. La vaccinazione è stata introdotta da alcuni anni.

Poliomielite

Il vaccino antipoliomielite è obbligatorio in Italia da molti anni e il nostro paese è stato dichiarato “libero da Polio” dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Tuttavia non sottoporre il bambino alla vaccinazione lo esporrebbe al rischio di contrarre la malattia all’estero.

Morbillo

Il morbillo può determinare in un caso 15 gravi complicanze quali infezioni polmonari, convulsioni e danni al cervello.

Parotite

La parotite causa un ingrossamento delle ghiandole salivari soprattutto quelle che si trovano sotto e davanti alle orecchie e sottolinguali e/o mandibolari.

Rosolia

Il vaccino contro la rosolia è fondamentale soprattutto per le bambine; questa malattia infatti se contratta durante il primo trimestre di gravidanza può causare gravi danni al feto.

Epatite A ed Epatite B

Il virus dell’epatite A è trasmesso per via alimentare e si cronicizza solo in casi molto rari; diverso è per l’epatite B che si trasmette attraverso sangue infetto e contatti sessuali. Se la futura mamma è affetta da epatite B il piccolo deve essere vaccinato entro 24 ore dalla nascita, in tal modo è reso possibile anche l’allattamento materno.

Meningite

La meningite è causata da un’infezione virale o batterica che intacca il cervello. La vaccinazione è specifica per ciascuno dei germi responsabili: meningococco, HIB, pneumococco.

Varicella

Non ha gravi complicanze ma può essere molto fastidiosa nei bambini più grandi e protrarsi a lungo negli adulti.

Diarrea da rotavirus

E’ abbastanza frequente e fastidiosa; i bambini dovrebbero essere vaccinati per evitare complicazioni legate alla disidratazione.

Infezioni da papilloma virus

Il vaccino contro il Papilloma virus è stato introdotto in Italia nel 2007 ed è raccomandato alle bambine fra i 9 e 13 anni e alle donne sotto i 25 anni. E’ responsabile di infezioni al collo dell’utero che espongono al rischio di insorgenza di tumore alla cervice uterina.