Le infezioni respiratorie nei bambini

di Mildred 13

infezioni respiratorie bambini

Qualche tempo fa abbiamo imparato a controllare il respiro del bambino per capire in che modo gli stati di malessere possono modificarlo; oggi vedremo quali sono le principali infezioni nemiche della respirazione:

Pertosse

Nonostante vi sia una percentuale piuttosto alta di bambini vaccinati in Italia si segnalano ancora ogni anno migliaia di casi di pertosse. La pertosse è causata da un batterio che si trasmette per via aerea e provoca accessi di tosse e spasmi della laringe portando il bambino ad emettere un suono simile a un raglio, cui deve il nome di tosse asinina.

Laringite

La laringite consiste in un’infiammazione virale della parte alta delle vie respiratorie molto comune nei bambini fra i sei mesi e i tre anni di età. I sintomi della laringite fanno la propria comparsa soprattutto di notte impedendo così al bambino di riposare tranquillamente. Il pediatra può prescrivere in questi casi una terapia con l’aerosol o la somministrazione di paracetamolo in caso di febbre.

Bronchiolite

La bronchiolite è un’infiammazione  che interessa le piccole ramificazioni dei bronchi, i bronchioli appunto. E’ molto frequente nei bambini di età inferiore a diciotto mesi ed è causata sia dai rinovirus e dal virus respiratorio sinciziale che da germi influenzali e parainfluenzali. Porta febbricola, tosse, difficoltà di respirazione e nei casi più gravi può richiedere il ricovero ospedaliero.

Bronchite acuta

La bronchite è un’infiammazione a carico di bronchi e trachea dovuta di solito a infezioni virali come l’influenza. Da sintomi quali tosse, febbre e bruciore al petto e talvolta è presente catarro vischioso e giallastro. In questi casi il pediatra potrebbe prescrivere l’antibiotico.

Parainfluenza

La parainfluenza è molto frequente nei bambini sotto i tre anni di età. Tra i sintomi troviamo tosse, febbre e dolore durante la deglutizione.

Influenza

Determinata dai virus stagionali, l’influenza si prende per vicinanza o contatto con persone infette. I sintomi comportano quasi sempre febbre, mal di testa, dolori. Si risolve da sola, il paracetamolo può essere somministrato in caso di febbre alta.