Attenzione ai cuscini: dopo due anni ricettacolo di germi

di Redazione Commenta

Alto o sottile, morbido o duro, il cuscino rappresenta per molti un fattore fondamentale per un riposo buono e tranquillo. Ma attenzione: dopo due anni di utilizzo il cuscino diventa un covo di acari e batteri. A lanciare l’allarme è uno studio britannico che ha rilevato come il cuscino possa diventare un pericolo per la nostra salute se non cambiato regolarmente. Nello specifico, lo studio condotto dal St Bartholomew’s Hospital di Londra con la collaborazione del National Health Service è stato effettuato in alcune strutture ospedaliere britanniche e ha evidenziato uno stretto legame tra infezioni e cuscini.

Dall’analisi dei dati raccolti, è emerso che dopo appena due anni di utilizzo il cuscino diventa covo di germi, batteri ed acari della polvere nonché di pelle morta, residui di saliva e capelli. Tutto questo faciliterebbe l’insorgere di infezioni, patologie, allergie e problemi respiratori. Tra i principali agenti patogeni rinvenuti dai ricercatori inglesi nei cuscini si trovano lo Stafilococco aureo, il Clostridium difficile, e l’E. Coli.

Gli esperti inglesi, coordinati dal dottor Art Tucker, consigliano di cambiare regolarmente i cuscini, anche quelli cosiddetti anti-acaro, almeno una volta ogni due anni. Inoltre, sempre secondo i ricercatori inglesi, è buona abitudine lavare di frequente i guanciali ad alte temperature anche se questo non basterebbe a tenere a bada i germi. Più efficace, invece, sembra essere il controllo dell’umidità degli ambienti, mantenendo sempre il giusto tasso  di umidità avvalendosi anche dell’aiuto dei deumidificatori durante l’inverno e dei condizionatori nei mesi estivi. Gli studiosi britannici, infine, consigliano di preferire materiali tipo il lattice che sono meno soggetti all’attacco di germi e batteri e di utilizzare sempre delle federe antibatteriche per prevenire infezioni e disturbi respiratori soprattutto per quanto riguarda i soggetti più a rischio come anziani, bambini e persone allergiche.

E voi, care mamme, come vi comportate con i cuscini? Quale tipo di guanciale utilizzate?