Guaina post parto, si può indossare dopo il parto naturale?

di Redazione Commenta

La guaina post parto è un argomento spinoso, che divide mamme e ostetriche. In passato, le donne, dopo aver partorito, si fasciavano la pancia per assottigliare il punto vita. Oggi esistono le guaine, ma sono in molti a sostenere che non siano per nulla appropriate, quanto addirittura controproducenti.

È un dibattito che tiene banco da un po’ di anni e oggi, proviamo a vederne i pro e i contro. Poi, mi raccomando, attendiamo i vostri commenti. Desideriamo, infatti, sapere se l’avete usata, che cosa vi avevano consigliato e come vi siete trovate. La fascia contenitiva o guaina post parto dovrebbe essere indicata, soprattutto, per quelle donne che hanno partorito con taglio cesareo, ma sono tante le mamme che la indossano a seguito del parto naturale. Come sono fatte? Alcune assomigliano a delle semplici panciere, rinforzate davanti: sono in cotone e si possono regolare. Altre invece sono più simili a delle mutande contenitive elasticizzate, molto alte. Ne esistono davvero di tutti i prezzi, ma per acquistarne un tipo decente bisogna spendere circa 30/35 euro.

In questo periodo ci stiamo concentrando sul fitness post parto, perché la prova costume si avvicina e sono soprattutto le neomamme a sentire la necessità di recuperare la loro forma fisica. Come sapete, però, per recuperare il tono muscolare, si può iniziare a fare ginnastica, in modo dolce, dopo 4/6 settimane dalla nascita del bambino. Il consiglio vale anche per la guaina: evitate di indossarla subito, prima attendete che le “ferite” si siano rimarginate e soprattutto non affaticate troppo gli addominali.

Non va indossata tutto il giorno, ma solo per qualche ora, inoltre non si può pensare che il tono degli addominali torni come prima del parto solo perché avete messo una fascia elastica, anche se potrebbe essere un valido aiuto. Perché molti, soprattutto le ostetriche, la sconsigliano? Alcuni esperti sostengono che, al contrario, non sia d’aiuto a recuperare il tono muscolare, a ristabilizzare il perineo e che l’uso smoderato possa in qualche modo favorire prolassi e problemi d’incontinenza. A breve vi forniremo anche i consigli per scegliere la guaina più adatta a voi e per usarla correttamente.

Photo Credits| Thinkstock