Anemia in gravidanza: fondamentale anche la vitamina B6

di Redazione 1

gravidanza e vitamina B6

Abbiamo già parlato dell’importanza di una corretta alimentazione nel periodo della gravidanza sia per la salute della futura mamma che di quella del neonato. A questo proposito vi parlo di una recente scoperta che ha messo in luce come dietro il pericolo dell’anemia in gravidanza possa esserci non solamente una carenza di ferro ma anche una mancanza/carenza di vitamina B6. A questo risultato sono giunti i ricercatori del Dipartimento di Perinatologia del National Center for Child Health and Development di Tokyo che hanno scoperto che

le donne incinte che non rispondevano adeguatamente alla cura dell’anemia con il ferro mostravano una carenza di vitamina B6


Tuttavia hanno visto che dopo aver fornito loro dei supplementi di vitamina, insieme al ferro sono riusciti a far migliorare la situazione. Insomma, in gravidanza occorre valutare anche i livelli di vitamina B6 nel sangue e non solo quelli di ferro.
Infine vi ricordo che l’anemia in gravidanza risulta essere molto frequente e non deve essere trascurata; come è stato già illustrato qui l’esame che permette di diagnosticare l’eventuale mancanza di ferro è quello della sideremia. Seguite quindi i consigli del vostro medico che quasi certamente vi prescriverà degl integratori che andranno appunto a compensare eventuali carenze del vostro organismo.

Alcuni sintomi che possono far capire che si è in presenza di una carenza di vitamina B6 sono:

– disturbi intestinali
– inappetenza
– stanchezza

Una ricerca pubblicata dall’American Journal of Epidemiology e riportata dal sito tuttovitamine.it ha messo in luce come la vitamina B6 possa essere un valido aiuto per far sì che dimimuisca il rischio di aborto.

Via| La Stampa