Trovato il corpo della sedicenne scomparsa, Chiara: un amico confessa

di Gio Tuzzi Commenta

Chiara
Scomparsa Chiara, la sedicenne del bolognese

La ricerca di Chiara Gualzetti, la sedicenne scomparsa nel bolognese, è terminata in tragedia: il corpo della giovane, è stato ritrovato dopo ventiquattro ore in una scarpata, a Monteveglio. Gli investigatori che sono sul caso, sospettano un omicidio. La giovane Chiara, si sarebbe allontanata dalla sua abitazione, a Monteveglio, nel pomeriggio per incontrare un amico, senza fare ritorno. Suo padre, preoccupato per la sua sparizione, avrebbe allertato i carabinieri della stazione di Bazzano, che hanno avviato immediatamente le ricerche. Il corpo senza vita di Chiara è stato trovato in un parco non molto distante da casa, in una sorta di scarpata: su di esso, si potevano rinvenire tagli e altri segni.

 

Lo stesso sindaco di Monteveglio ha confermato la notizia ai giornali, esprimendo il suo più sentito cordoglio ai familiari della vittima, e ringraziando, tutte le persone che si sono attivate, dalle forze dell’ordine ai volontari. Le indagini sulle dinamiche della scomparsa e sulla morte della giovane Chiara sono ancora in corso con il sospetto di omicidio.

 

Una prima confessione è arrivata da parte di un giovane sedicenne, amico di Chiara, che è stato sottoposto ad un primo interrogatorio: da parte sua, ci sarebbero state delle prime ammissioni, ma dinamica dell’omicidio non è ancora chiara. Intanto la Procura, sta indagando sul caso, cercando di risalire ai contatti della giovane attraverso i social; la pista che si sta battendo è questa: cercare di capire come e perché Chiara possa essere stata uccisa e soprattutto da chi. Chiara è uscita di casa in mattinata e non ha fatto più ritorno; si cerca di capire se qualcuno possa averla vista prima della sua morte, perché il parco in cui è stato ritrovato il suo corpo era abbastanza trafficato, soprattutto nel fine settimana.

Il suo aguzzino potrebbe essere tra i suoi contatti, tra le sue amicizie e/o conoscenze. Intanto si cerca di ricostruire anche la dinamica dell’omicidio e le cause della morte. Sul corpo della giovane, infatti, sono stati ritrovati delle ferite di arma da taglio e segni di percosse.

 

La famiglia è sconvolta e si chiude nel silenzio, supportata da parenti e amici che hanno raggiunto la loro abitazione ubicata ai piedi di una collina, a Monteveglio. Il padre della giovane vittima, glissa le domande dei giornalisti, chiedendo loro di lasciarlo tranquillo. Tutta la comunità si stringe attorno a questa famiglia ed esprime loro vicinanza per la loro perdita. E’ l’ennesimo caso di scomparsa/omicidio, l’ennesima tragedia: una giovane vita spezzata, all’improvviso.