Il piccolo Nicola Tanturli è stato ritrovato vivo da un giornalista Rai

di Gio Tuzzi Commenta

Ritrovato il piccolo Nicola
Ritrovato il piccolo Nicola

Scomparso nella notte tra il 21 ed il 22 giugno, nel Mugello, in Toscana: è la storia del piccolo Nicola, un bambino di soli due anni, che poche ore fa è stato ritrovato a circa tre chilometri da casa. Il piccolo vive insieme ai suoi genitori e a suo fratello maggiore di 4 anni, in un casolare: durante la notte, si è allontanato e si è perso. I genitori hanno immediatamente dato l’allarme per avviare cosi le ricerche; quella zona appenninica è tra le più impervie e boscose, per cui, nelle scorse ore le ricerche non hanno prodotto risultati. Stamattina, la polizia ed i carabinieri, avrebbero perlustrato la zona con i cani molecolari e i cani da soccorso e diversi volontari, ma l’intervento non è stato necessario, perché Nicola è stato ritrovato ed è sano e salvo.

 

Stamattina, un giornalista de “La vita in diretta”, Giuseppe di Tommaso che si era fermato in quelle zone insieme alla troupe, ha avvertito lamenti e rumori nei pressi di un dirupo ed ha immediatamente allertato i soccorsi. Il bambino si trovava ad una profondità di 25 metri: il comandante della stazione di polizia, Danilo Ciccarelli, si è calato nel dirupo ed ha salvato la vita al piccolo Nicola. Le condizioni di salute del bambino sono buone: il piccolo ha riportato solo delle escoriazioni sul braccio ed era disidratato: è stato trasportato all’ospedale Meyer di Firenze, dove è monitorato costantemente dall’equipe medica.

 

Il piccolo Nicola dunque sta bene: ha chiesto subito della mamma, che lo ha riabbracciato commossa. Il padre, commosso, ringrazia tutti in particolare le forze dell’ordine, i volontari che si sono impegnati nella ricerca e Don Alessandro Marsili, il parroco della città, che ha partecipato attivamente alla ricerca del piccolo Nicola, ed ha suonato le campane a festa per 5 minuti dopo il suo ritrovamento. Il Sindaco stesso, dichiara di aver visto il bambino dopo il suo ritrovamento, avvolto in una coperta termica ed ha dichiarato in conferenza stampa che il piccolo sta bene e che l’incubo è finito e afferma che la dinamica della scomparsa sarà sicuramente chiarita.

 

Il bambino era già scomparso in precedenza, ed inoltre resta da comprendere perché i genitori non hanno allertato le forze dell’ordine immediatamente dopo la sua scomparsa ma solo il giorno successivo. Gli assistenti sociali sicuramente indagheranno sulla vicenda, sulla quale si cercherà si fare luce, intanto si festeggia il ritrovamento del piccolo Nicola.