farmaci

Vacanze con i bambini, i farmaci da mettere in valigia

Pronti per le vacanze estive? Ricordate che in ogni occasione e soprattutto quando ci sono i bambini, è necessario essere più pronti del solito e fare bene le valigie. 

Holiday suitcase

Meglio preparare allora un valido kit di sopravvivenza con le medicine giuste che potrebbero servire in ogni occasione: i suggerimenti arrivano dal primario di Pediatria dell’ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), Gaetano Marian, secondo cui sono imprescindibili tutta una serie di farmaci adatti. Ogni occasione. 

Vacanze con i bambini, i farmaci da mettere in valigia

È tempo di partire per le vacanze con i bambini, ma l’imprevisto potrebbe essere dietro l’angolo: è il momento di pensare ai farmaci da mettere in valigia e preparare un piccoli kit da viaggio per ogni eventualità.

Direttamente dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù arriva una sorta di vademecum per non farsi mancare nulla e risparmiare.

Mai riempirsi di farmaci inutili che saranno buttati al ritorno della vacanza: indispensabile soprattutto per un viaggio all’estero un piccolo kit portatile per evitare anche eventuali difficoltà nel reperire i farmaci. 

Emicrania nei bambini: il ricorso ai farmaci non sempre è necessario

Emicrania nei bambini: il ricorso ai farmaci non sempre è necessario

Il mal di testa nei bambini è un disturbo non così raro durante l’età scolare: si stima che il 25% degli stessi ne abbia sofferto almeno una volta in un anno. Non si tratta di un malessere preoccupante, ma è sempre meglio occuparsene prima che tenda a diventare un ostacolo nella vita dei più piccoli. In quanto alle cure, diverse sono le possibilità sia per ciò che concerna la causa che il tipo, ma un recente studio ha dimostrato come non sempre sia necessario ricorrere ai farmaci.

Emicrania nei bambini: il ricorso ai farmaci non sempre è necessario

Vacanze con bambini farmaci mettere valigia

Vacanze con bambini, i farmaci da mettere in valigia

Tempo di pianificazione delle vacanze questo. Chi abbia dei bambini piccoli e sia in procinto di partire, in Italia così come all’Estero, sa bene come sia necessario portare dietro dei farmaci necessari per la sicurezza propria e del resto della famiglia. Può accadere infatti, anche in ferie, di incorrere in piccoli incidenti o di ammalarsi delle tanto fastidiose influenze: febbre e raffreddori non vanno in vacanza. Tralasciando il discorso vaccinazioni, che deve costituire una preoccupazione da affrontare insieme al pediatra di fiducia, vediamo quali medicine mettere in valigia.

Vacanze con bambini farmaci mettere valigia

Acquista online farmaco per fare abortire la fidanzata: ha rischiato la vita

Nell’epoca in cui il web rappresenta la soluzione a tutti nostri problemi un ragazzo di 20 anni di Genova ha pensato bene di acquistarvi un farmaco, indicato per la cura dell’ulcera gastrica ma che annovera tra i suoi effetti collaterali quello di poter interrompere una gravidanza, per fare abortire la propria fidanzata. Tutto ciò ingannando il medico di famiglia e pensando di fare la cosa giusta. Dopo avere ingerito ben nove compresse di Cytotec, questo il farmaco incriminato, nel giro di 24 ore, la giovane di soli 16 anni è stata ricoverata in ospedale per emorragia interna.

ragazza ospedale

Farmaci gravidanza permessi vietati

Farmaci in gravidanza, quelli permessi e quelli vietati

Farmaci gravidanza permessi vietati

Quella dell’assunzione dei farmaci durante la gravidanza è una problematica molto delicata, specie se pensiamo alla salute del feto. In linea teorica durante i nove mesi precedenti il parto sarebbe bene non assumere alcun farmaco, o meglio, assumere solo quelli strettamente necessari e solo dietro consulto ginecologico. Come è facile desumere, non sempre ciò si rivela possibile. Ecco perchè nel caso in cui non se ne possa fare a meno, sarà bene avere chiaro quali siano i farmaci permessi e quelli vietati in gravidanza. E’ opportuno sottolineare come la grande maggioranza dei farmaci sia in grado di passare attraverso la placenta e che quindi il bambino all’interno dell’utero non sia protetto al suo interno.

Farmaci off-label bambini raddoppia rischio reazioni avverse

Farmaci off-label ai bambini, raddoppia il rischio di reazioni avverse

Farmaci off-label bambini raddoppia rischio reazioni avverse

Non tutti li conoscono ma sono in molti a farne uso pur non sapendolo: i farmaci off-label sono delle medicine utilizzate per scopi diversi e non autorizzati rispetto quelli indicati nel foglietto illustrativo. Nonostante ciò, in alcuni casi tassativi, vengono usati seppur sottostando ad alcune regole alle quali il medico che ritenga opportuno prescriverli per un diverso uso rispetto quello previsto si debba attenere. Un aspetto importante riguarda la percentuale di reazioni avverse registrate nel caso dei farmaci off label di uso pediatrico. A questo proposito uno studio è stato recentemente condotto dall’Università di Liverpool e successivamente pubblicato su BMC medicine. La ricerca in questione ha monitorato l’effetto più di 10.000 farmaci somministrati a 1.388 bambini di età variabile tra gli 0 ed i 16 anni.

etichette farmaci bambini

Le nuove etichette per i farmaci diminuiscono l’ingestione erronea ai bambini

etichette farmaci bambini

Tenere lontano dalla portata dei bambini. È questa l’indicazione principale di tutti i farmaci ed è anche la classica preoccupazione di mamma e papà. Non sempre è facile. I piccoli attraversano spesso un’età durante la quale mettono in bocca davvero di tutto e l’unico modo per liberarsi del problema è chiudere in un armadietto in alto tutti i medicinali. Poi esiste un secondo problema, spesso sulle confezioni non ci sono indicazioni abbastanza chiare sulla somministrazione.

Bambini, attenzione farmaci generici

Bambini, attenzione ai farmaci generici

Bambini, attenzione farmaci generici

Gli specialisti sono chiari e categorici: attenzione nel somministrare i farmaci generici ai bambini. L’infanzia costituisce un periodo della vita piuttosto delicato, i bambini devono essere curati con la massima attenzione per evitare l’insorgenza di complicazioni future. Se è vero che da un lato i farmaci generici possano costituire un’allettante ed economica soluzione per la cura di diversi malanni, dall’altro molti di essi non sono stati adeguatamente sperimentati sui bambini. Così mette in guardia i genitori Roberto Bernardini, Presidente della Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP) e Direttore della Unita’ Operativa Complessa di Pediatria dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli.

farmaci bambini

La denuncia dei pediatri: da 30 anni non si fa ricerca sui farmaci per bambini

farmaci bambini

È un argomento molto delicato quello dei farmaci per bambini. La maggior parte dei medicinali che somministriamo ai bambini, sono prodotti studiati per gli adulti e utilizzati per i piccoli di casa in dosi minori. Come si può immaginare, esiste un margine di errore enorme elevato, che può manifestarsi con terapie inopportune o effetti collaterali gravi. A denunciare il problema sono proprio i pediatri italiani.

Il 25% dei bambini scambia farmaci per caramelle

 

 

Tenere lontani dalla portata dei bambini. Non finisce sempre così la pubblicità dei farmaci? È un gran bel consiglio e andrebbe tenuto sempre ben a mente, perché molti piccolini non hanno il senso del pericolo e fanno fatica a distinguere ciò che bene e ciò che è male, soprattutto da piccolini. Ecco quindi che le pillole possono essere confuse per golose caramelle, in modo particolare quando sembrano confetti. A mettere in evidenza il problema è uno studio americano.

Bambini italiani: troppi antibiotici. Convegno di Mario Negri

L’ultima volta che ne abbiamo parlato riguardava un dossier di Osmed, in merito all’uso eccessivo di farmaci prescritti ai bambini nel nostro territorio nazionale. Ora una ricerca analoga dell’istituto Mario Negri traccia la medesima tendenza: benchè la maggioranza dei bambini italiani è sana assume in media tre farmaci ogni anno per malattie comuni dell’infanzia. Il 52% dei bambini italiani assume almeno un antibiotico all’anno, addirittura in puglio il percentile sale a 62.

Osmed: il consumo dei farmaci tra i bambini

Si dirà: se è stato pubblicato il nuovo rapporto Osmed sul consumo di farmaci e la tendenza all’aumento non si ferma, specialmente tra anziani e bambini, vuol dire che continua ad aumentare la necessità!

Tra antibiotici e antiasmatici infatti, almeno 8 bambini su 10 ricevono annualmente una prescrizione.

Ma la questione non sembra essere così semplice, nè così lineare.

Un nuovo psicofarmaco per la sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Una nuova denuncia del comitato italiano per la farmacovigilanza pediatrica che avverte dell’imminente sbarco in italia di un nuovo psicofarmaco destinato ai bambini. L’allarme è stato lanciato dall’organizzazione Giù le mani dai bambini e ha già presentato un’interrogazione parlamentare su quelle che sono definite “relazioni pericolose” tra la Sanità e le multinazionali farmaceutiche.