Bambini, attenzione ai farmaci generici

di Redazione 1

Bambini, attenzione farmaci generici

Gli specialisti sono chiari e categorici: attenzione nel somministrare i farmaci generici ai bambini. L’infanzia costituisce un periodo della vita piuttosto delicato, i bambini devono essere curati con la massima attenzione per evitare l’insorgenza di complicazioni future. Se è vero che da un lato i farmaci generici possano costituire un’allettante ed economica soluzione per la cura di diversi malanni, dall’altro molti di essi non sono stati adeguatamente sperimentati sui bambini. Così mette in guardia i genitori Roberto Bernardini, Presidente della Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica (SIAIP) e Direttore della Unita’ Operativa Complessa di Pediatria dell’Ospedale San Giuseppe di Empoli.

Durante i primi anni di vita dei bambini la loro salute deve essere tenuta sotto controllo nel migliore dei modi utilizzando dei farmaci specifici e mirati che adempiano alla loro funzione tenendo conto della categoria di soggetti ai quali sono destinati. In particolare due sono i problemi relativi ai farmaci generici: il dosaggio e la mancanza di notizie relative all’interazione tra il principio attivo e gli eccepienti.

Ciò in quanto in base alla legge è possibile che in questa tipologia di farmaci possa essere presente una concentrazione di eccepiente diversa, spesso per eccesso, rispetto a quella presente nel corrispettivo farmaco di marca. Si tratta solo di ipotesi, almeno per ora, ma viene ritenuto opportuno non rischiare evitando di considerare i bambini alla stregua degli adulti. E’ consigliabile attendere le opportune sperimentazioni riguardanti gli effetti dei farmaci sui bambini prima di procede a cuor leggero alla loro somministrazione.

Ciò perchè la risposta nei confronti dei farmaci da parte dei più piccoli è sicuramente diversa da quella degli adulti: la funzione epatica ed il metabolismo non sono paragonabili a quella di questi ultimi. Attenzione dunque ai farmaci generici che nei più piccoli potrebbero potenzialmente provocare reazioni diverse, specie nei casi in cui non siano stati ancora adeguatamente e sufficientemente sperimentati.

Fonte

Photo Credit | Thinkstock