Sushi in gravidanza: si può mangiare?

di Ishtar Commenta

Sushi gravidanza si può mangiare?

Una delle domande che ci si pone più frequentemente durante la gravidanza riguarda il poter mangiare o meno il sushi. Cibo appartenente alla cucina giapponese a base di riso, alghe e pesce in genere, solitamente crudo, risulta molto apprezzato ma anche abbastanza pericoloso. Sarebbe bene infatti evitare di mangiarlo durante la gravidanza. Ciò perchè consumare il pesce crudo, o comunque poco cotto, favorisce il rischio di infezioni ad opera di alcuni parassiti, tra questi quello più comunemente associato alla dolce attesa è la toxoplasmosi.

Oltre il pericolo appena esposto, l’eviscerare i pesci dopo troppo tempo, potrebbe favorire la presenza del parassita responsabile dell’anisakidosi. Infine, altro rischio al quale ci si potrebbe esporre mangiando alcuni tipi di pesce crudo è quello dell’intossicazione da mercurio. Il mercurio è presente normalmente nell’ambiente. Diventa però pericoloso quando contamina gli animali acquatici in quanto i batteri sono in grado di trasformarlo nel metilmercurio, molto più pericoloso del primo, che trova terreno fertile nei tessuti grassi del pesce e vi si accumula. Pesci come l’orata, il tonno, lo squalo ed ancora il pesce spada sono infatti da evitare. A questo proposito sarebbe meglio optare per i pesci da allevamento.

Detto questo, viene da se che, anche se mangiare sushi in gravidanza non sia tassativamente vietato, è comunque fortemente sconsigliato in quanto, nonostante le probabilità di contrarre delle infezioni siano piuttosto bassem è anche vero che nel caso in cui ciò si verifichi si potrebbe incorrere in conseguenze piuttosto gravi. Nonostante la massima attenzione da parte di chi sia addetto alla preparazione del sushi nell’evitare ogni possibile rischio, c’è da considerare le minore efficienza del sistema immunitario della futura madre duranteil periodo gestazionale. Non volendo rinunciare completamente al sushi però potreste optare per quello che ne prevede la realizzazione con il pesce cotto. La cottura infatti dovrebbe essere in grado di garantire l’eliminazione degli eventuali batteri presenti. Si ricorda infatti quanto sia importante per la donna, durante la gravidanza, il consumo di pesce, ricco di sostanze preziose per il nostro organismo ovvero le proteine ed alcuni tipi di vitamine, ma povero di grassi.

Photo Credit | Thinkstock