Scrivere sui muri? C’è la carta da parati che si può colorare

di Treditutto Commenta

disegno bambini carta da parati

Ai bambini piace scrivere sui muri: vuoi perché spinti da irrefrenabile estro artistico, vuoi per l’irrinunciabile gusto del proibito, sono certa che molte di voi mamme avete trovato qualche indelebile capolavoro lasciato dai vostri piccoli, magari su una parete imbiancata di fresco.

È giusto o sbagliato permettere ai bambini di scarabocchiare sui muri?

Così, d’impulso, il mio lato un po’ bacchettone risponderebbe senza dubbio che è sbagliato. I bambini dovrebbero imparare che esistono dei limiti, anche se si trovano in un momento della loro crescita in cui cercano di affermare il proprio io (anche) trasgredendo le regole. Questa sorta di delirio di onnipotenza formato baby va contenuto e indirizzato, e quindi, figlio mio, se vuoi disegnare puoi farlo, ma su fogli, quaderni, lavagne e affini: non sui muri.

C’è chi però approccia la questione da un altro punto di vista: per i bambini scrivere sui muri è anche dare sfogo alla propria fantasia, esprimersi in libertà e “in grande”, senza essere contenuti dal foglio, e soprattutto in un posto sicuramente attraente e stimolante per la loro curiosità. Tutte cose positive, a ben guardare.

E allora, senza impelagarci troppo in questioni pedagogiche sulle quali si può dire tutto e il contrario di tutto, ecco l’idea geniale: la carta da parati su cui si può scrivere, disegnare, colorare.

Su questo sito  propongono ad esempio delle strisce di carta da parati con i disegni già belli e pronti per essere colorati come più piacerà al vostro bambino. Anche qui l’idea è la stessa, e i personaggi da colorare sono dei mostriciattoli davvero divertenti!

Su questo sito  invece la carta è decorata con simpatiche cornicette in cui il bambino può realizzare il suo disegno, ma non solo: ci potete attaccare foto, ritagli, cartoline etc. utilizzando il disegno prestampato come cornice appunto. Il risultato sarà una cameretta davvero unica!

Su quest’altro sito si propone invece una variazione sul tema: la carta da parati è lo sfondo sul quale il vostro bambino potrà muovere i personaggi, realizzati con dei magneti, per inventare avventure sempre diverse. L’idea di fondo è sempre quella di offrire al bambino una carta da parati con cui interagire in libertà.

Infine, non dimenticate che potete ricorrere, anche questa volta, al fai da te: basterà incollare al muro, ad altezza bambino, dei grandi fogli di carta e il gioco è fatto. E se non volete lasciare i fogli completamente bianchi, prendete spunto dalla nostra Gallery per riproporre, a modo vostro, queste belle idee!

Photo Credits | Thinkstock