Rapporto madre-bambino, i bambini sono più legati alla mamma se ha fantasia

di Redazione 1

rapporto madre bambino

Se la mamma ha fantasia e lascia che il suo bimbo giochi liberamente il rapporto madre-bambino sarà migliore. A dirlo è una ricerca condotta da un gruppo di psicologi statunitensiche hanno analizzato la relazione tra la modalità attraverso la quale la mma interagisce con il proprio figlio durante i momenti di gioco e la qualità del rapporto tra i due.

Gli studiosi dell’Università del Missouri hanno osservato un gruppo di mamme intente a giocare con i loro figli dall’età di un anno fino all’ingresso alla scuola primaria. Quindi hanno confrontato l’atteggiamento della madre con i sentimenti dei bambini nei loro confronti. Più precisamente, è stato valutato il grado di fiducia, l’affettività, la ricerca attiva di coccole e la fiducia nutrita dal piccolo verso la madre.

Dai dati raccolti è emerso che le madri che tendevano ad imporre al bambino regole “da adulti” durante i giochi di fantasia venivano percepite poi meno affettuose e che i loro piccoli mostravano nei loro riguardi sentimenti di rabbia, frustrazione e diffidenza, soprattutto quando la mamma tendeva a razionalizzare il gioco in maniera autoritaria e perentoria.

A determinare questo atteggiamento del bambino è il rifiuto della madre di accettare le regole del gioco spesso scollate dalla realtà tipiche del gioco infantile, l’imporgli regole troppo complicate e il correggere comportamenti che stravolgono il buon senso comune che i bambini però attuano comunemente durante i propri giochi (sappiamo tutte molto bene che i bambini spesso utilizzano i giochi con finalità del tutto differenti da quelli a cui erano destinati).

Mostrarsi troppo rigide e tarpare le ali della fantasia del bambino imponendogli inutili divieti, in altra parole secondo gli psicologi statunitensi verrebbe interpretato dai figli come una mancanza di amore e un tentativo di controllo. Sembra però che questo atteggiamento vari da Paese a Paese (le madri europee sarebbero più flessibili) e che tenda ad affievolirsi con il tempo.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock