Nutrikid, il progetto di educazione alimentare di Nestlè

di Redazione 2

I nutrikids e i segreti degli alimenti è questo il titolo del kit didattico sviluppato da Nestlè, in collaborazione con Nutrition Foundation e Giunti progetti educativ, nell’ambito di Nutrikid, il progetto di educazione alimentare dedicato ai bambini della scuola primaria per spiegare loro in maniera facile e divertente le regole per mangiare bene e crescere sani.

Il kit viene distribuito alla classi quinte e contiene un quaderno interattivo per ciascun bambino, una guida rivolta agli insegnanti e un dvd con un film d’azione i cui protagonisti sono proprio i nutrikids un gruppo di ragazzi, coetanei dei loro spettatori, che vivono una fantastica avventura alla scoperta dei segreti della piramide alimentare.

Il progetto è stato varato nel 200 a Milano ed è stato gradualmente esteso a 2800 scuole sparse in tutta Italia. Nel 2010, grazie a questa iniziativa, è stato lanciato il primo Osservatorio sulle abitudini alimentari dei bambini in collaborazione con la Clinica Pediatrica dell’Ospedale San Paolo di Milnai e SPES (Società per l’educazione alla salute) che attraverso l’analisi di un migliaio di questionari compilati dalle famiglie ha permesso di fare un po’ di luce sulle abitudini alimentari dei bambini italiani nella fascia di età compresa fra nove e dieci anni.

Il dato interessante merso dall’indagine è che, seppure consapevoli dell’importanza di impartire ai propri figli una corretta educazione alimentare e dell’influenza esercitata in questo senso dalle abitudini familiari, molti genitori non prestano poi grande attenzione alla qualià e alla varietà di ciò che portano in tavola e all’opportunità che i figli facciano regolarmente attività fisica.

Se sei un’insegnante e vorresti che anche la tua scuola partecipasse al progetto, consulta la sezione Educazione del sito Nestlé.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock

Altri articoli che possono interessarti:

Messaggi subliminali per far mangiare frutta e verdura ai bambini;

Perchè la merenda è tanto importante.