Mondadori sotto accusa, la famiglia stereotipata scatena la polemica social

di Fabiana Commenta

Tu leggi sul tablet. Loro dormono beatamente. Io lavo i piatti‘. Questi sarebbero i pronomi personali. Invece è un ammasso di stereotipi imbecilli che ahimè producono realtà. Anno domini 2019. Questo è il Sensini, uno dei libri di grammatica tra i più venduti in Italia. Edito da Mondadori. 

Una denuncia contro gli stereotipi: questo è quanto riposta il ’Laboratorio della Differenza – Labodif’ con un post su Facebook, che ha pubblicato anche a foto della pagina del volume sotto accusa. Si tratta della pagina che spiega i pronomi personali attraverso un disegno all’interno del libro di Marcello Sensini, ‘In forma semplice e chiara’ di Mondadori Education. 

Ma l’immagine è il ritratto dello stereotipo: i bambini sono addormentati, il papà impegnato a guardare il tablet e la mamma lava i piatti mentre guarda con occhi sognanti il marito. L’immagine rappresenta un vero e proprio stereotipo e il post è stato condiviso da 400 utenti a sostegno della denuncia. 

Le polemica via social non è passata inosservata e la Mondadori ha deciso di rispondere attraverso una nota. 

In relazione a quanto emerso sul testo di Marcello Sensini, ‘In forma semplice e chiara’, Mondadori Education sottolinea che da sempre riserva grande attenzione alla correttezza delle proprie pubblicazioni, sotto ogni punto di vista. L’esempio citato va collocato nel contesto di un’opera che nella sua interezza dimostra naturalmente un approccio non condizionato da stereotipi di alcun genere. Sarà comunque cura della casa editrice aggiornare l’immagine nella prossima ristampa del volume. 

Non resta che attendere la ristampa del volume.

pastedGraphic.png

photo credits | instagram