Medicinali per bambini, come somministrarli

di Chiara R 2

Tutti i genitori lo sanno: quando il bambino sta male, soprattutto le prime volte, le ansie e i dubbi prendono il sopravvento. Sono paure del tutto normali che tornano prepotentemente ogni volta che il bimbo sta poco bene ed il pediatra gli prescrive dei farmaci, E’ importante, però, care mammine, mantenere sempre la calma per affrontare al meglio il momento delle medicine.

Come somministrare i medicinali ai bambini?

Innanzitutto è fondamentale che seguiate accuratamente le indicazioni del pediatra per quanto riguarda le dosi e il modo di somministrazione dei farmaci ai vostri bambini. Ricordate, poi, di controllare sempre la data di scadenza delle medicine e di leggere bene il foglietto illustrativo prima di somministrare il farmaco al vostro bambino. Un errore molto comune è quello di dare le medicine aggiungendole al latte nel biberon. Questo è controindicato perchè può accadere che il bambino non beva tutto il latte non assumendo, così, l’intera dose di medicinale prescritta. I residui di latte nell’apparato digerente del bambino, inoltre, possono interferire con l’azione terapeutica del medicinale, alterandola. L’ideale, quindi, fermo restando le indicazioni del pediatra, sarebbe somministrare le medicine ai bambini lontano dai pasti ( un paio d’ore dopo i pasti o mezz’ora prima). Esistono, però, dei farmaci che potrebbero irritare le mucose dello stomaco e dell’intestino. In questi casi sarebbe meglio somministrarli in concomitanza con i pasti. Per qualsiasi dubbio rivolgetevi sempre al pediatra.

Particolare attenzione, care mamme, dovete prestarla soprattutto alla prima somministrazione di un medicinale. E’ la prima volta che il vostro bambino assume determinate sostanze ed è importante controllare come il suo corpo reagisce. Teoricamente, tutti i farmaci potrebbero causare allergie o reazioni indesiderate. Alcuni effetti negativi, però, potrebbero dipendere anche da una scorretta somministrazione del farmaco. E’ bene, quindi, fare attenzione e controllare eventuali reazioni del bambino per individuare tempestivamente sintomi strani. In linea di massima, una reazione allergica può manifestarsi con bollicine, prurito, arrossamento cutaneo, difficoltà respiratoria, vomito, diarrea, etcc..

Se notate questi o altri sintomi strani nel vostro bambino in seguito all’assunzione di un medicinale, avvisate subito il pediatra.