Mangiare in gravidanza: il cavolfiore

di Chiara R Commenta

Mangiare frutta e verdura di stagione è l’ideale per godere appieno del sapore e delle proprietà degli alimenti. L’autunno porta sulle nostre tavole numerosi cibi freschi e genuini tra cui il cavolfiore. Ricco di vitamine A, B, C,K e PP, di fibre, di acido folico e di sali minerali come ferro, fosforo, calcio, potassio, magnesio, zinco e rame, il cavolfiore è un alleato prezioso della salute della donna in dolce attesa.

Sono numerose, infatti, le proprietà benefiche del cavolfiore: ha un’azione antibatterica, antinfiammatoria, antiossidante, depurativa e rimineralizzante. Il cavolfiore, inoltre, aiuta a regolare la pressione arteriosa, il battito cardiaco e il funzionamento della tiroide. Secondo alcuni studi scientifici, il cavolfiore aiuterebbe a prevenire il cancro al colon e alla prostata, l’anemia e l’ulcera. Gli antiossidanti in esso contenuti rendono il cavolfiore utile nel contrastare l’azione dei radicali liberi e nel favorire il processo di rigenerazione cellulare. Il cavolfiore, grazie al basso contenuto calorico (circa 25 kcal per 100 gr.) e al fatto di non contenere glutine è un alimento che ben si adatta alla dieta durante la gravidanza.

Il cavolfiore deve essere acquistato sempre fresco, ben chiuso, compatto e senza macchie. L’infiorescenza deve essere grossa, soda e chiara. Può essere conservato per alcuni giorni avendo premura di coprirlo con un panno. Il cavolfiore può andare anche in freezer ma in questo caso è bene lessarlo prima in acqua e limone e dividerlo. Il cavolfiore, prima della cottura, deve essere pulito. La pulizia deve essere eseguita staccando accuratamente le foglie e le cime e lavandole sotto l’acqua corrente. La verdura può essere cotta intera o a pezzi. Nel primo caso, è bene intagliare una  croce sotto il torsolo ed immergere il cavolfiore in acqua con qualche goccia di limone. Se, invece, si vuole cuocere a pezzi, bisogna separare le cimette prima di immergerlo nell’acqua.

E voi, ragazze, mangiate il cavolfiore? Come lo cucinate? Dateci qualche ricetta sfiziosa!