Cordone ombelicale, reciderlo pochi secondi dopo può prevenire alcune malattie

di Redazione 3

cordone-recisioneTutte noi sappiamo quanto sia importante il cordone ombelicale nella crescita del feto, lo è anche dopo perché contiene come abbiamo detto più volte le famose cellule staminali, cellule preziose per la loro versatilità. La notizia di oggi riguarda proprio il cordone ed il fatto che questo forse viene reciso troppo presto durante l’ultima fase del parto, il legame che c’è tra madre e figlio andrebbe mantenuto più a lungo perché ciò aiuterebbe il piccolo ad essere tutelato rispetto ad alcune malattie.

Secondo una ricerca della University of South Florida pubblicata sul Journal of Cellular and Molecular Medicine basterebbero solo 30 secondi in più rispetto al tempo standard di recisione del cordone per poter prevenire alcune patologie come difficoltà respiratorie, malattie polmonari croniche, emorragie cerebrali, anemia, sepsi e disturbi della vista. Ma come è possibile che un tempo così insignificante in più possa arrecare tanto giovamento?

il funicolo ombelicale contiene molte cellule staminali e il loro completo trasferimento al neonato rappresenta la versione “originale” del trapianto di staminali.

sostiene il dottor Paul Sandberg, del Centre of Excellence for Ageing and Brain Repair dell’ateneo, Queste cellule, identiche hanno la caratteristica di generare gli elementi fondamentali del sangue umano (globuli rossi, bianchi e piastrine).

Quando un bimbo viene al mondo la placenta e il cordone si contraggono spingendo il sangue verso il neonato quando queste pulsazioni si arrestano di solito di pinza il cordone da una parte e dall’altra e poi si taglia. Ritardare di soli trenta secondi la resezione basterebbe a ridurre i rischi, per il nuovo venuto, di emorragie intraventricolari, anemia e setticemia, oltre a diminuire la necessità di trasfusioni di sangue.

Ricordate quando vi abbiamo parlato del Lotus Birth, il metodo di nascita che non recide il cordone e lascia il bimbo attaccato alla placenta fin quando non si essica? Forse questo metodo è estremo ma non tanto sbagliato…