La gravidanza durante le feste di Natale

gravidanza durante le feste di natale

Se siete incinte in questo periodo non dovete preoccuparvi di perdere il divertimento delle feste natalizie, perché basta qualche piccolo accorgimento e non avrete problemi. Iniziamo con i cibi: non dovete privarvi di niente basta seguire quei piccoli accorgimenti che di sicuro osserverete anche durante gli altri giorni, e cioè evitare i dolci che potrebbero contenere uova crude o poco cotte, i formaggi con le muffe o non pastorizzati, i salumi se siete a rischio di toxoplasmosi e i piatti fritti ed eccessivamente elaborati in genere.

Evitate assolutamente lo stress e la corsa ai regali di Natale, fin dove è possibile fatevi aiutare da familiari e amiche, e dove non ne potete proprio fare a meno ricorrete alle spese on line: non sarà divertente come un giro di shopping in centro, ma almeno eviterete code e resse fuori dai negozi, con conseguenti caviglie gonfie e mal di schiena.

Altre indicazioni utili per chi è in dolce attesa in questo periodo sono quelle dettate dal buon senso; ad esempio, se per Natale avete programmato un paio di giorni fuori città non dimenticate di portare con voi tutti i documenti relativi alla gravidanza in modo da averli sotto mano se ce ne fosse bisogno. Se gli impegni relativi alle festività stanno diventando troppo pesanti, cercate di prendervi alcune pause rigeneranti per voi e per il vostro bambino come ad esempio dedicarvi ad un’ora di yoga o di nuoto.

Natale solidale: i “prodotti di bellezza” della Fondazione Pangea

regali solidali pangea

Ormai ci siamo: inizia il conto alla rovescia al Natale; se ancora dovete fare qualche regalo ad una vostra amica, scegliete dei doni solidali, come quelli proposti per questo Natale 2009 dalla Fondazione Pangea che, tramite progetti di microfinanza, si occupa del recupero sociale ed economico delle donne italiane e di alcuni paesi del Sud del Mondo.

Quale miglior occasione del Natale per fare un regalo solidale? Di sicuro la nostra bellezza interiore ne trarrà benefici come se fossimo state in una beauty farm per una settimana! Non a caso il motto della campagna di Pangea è proprio “bellezza solidale”.

Il primo spazzolino da denti, come sceglierlo

dental-care

La gran parte delle mamme comincia ad occuparsi dell’igiene orale del bambino sin dai primi giorni di vita: dapprima questo avviene passando sulle gengive un batuffolo di garza inumidita, in seguito, già dalla comparsa dei primi dentini da latte, con la scelta e l’uso dello spazzolino da denti più adatto al proprio cucciolo.

Ma quali caratteristiche deve avere il primo spazzolino da denti? Anzitutto, ma precisarlo forse è superfluo, deve essere di ottima qualità, quindi deve adattarsi alla conformazione della bocca del bambino, destinata a mutare rapidamente, e alle sue capacità manuali; se all’inizio infatti sarete voi stessi a lavare i denti del piccolo, questi crescendo comincerà a nutrire il desiderio di provare a fare da sè e voi dovete assolutamente assecondarlo anche se tutto questo non rappresenta per lui/lei altro che un gioco.

La linea Bimbo Sicuro Beghelli

bimbo-sicuro-beghelliNavigando in rete qualche giorno fa ho visitato il sito della Beghelli e ho scoperto che questa grande azienda italiana ha pensato una linea di prodotti dedicata ai nostri bambini, la linea Bimbo Sicuro, una serie di articoli pensati per la sicurezza e il benessere dei bambini e per la serenità di noi genitori.

Il prodotto di punta di questa linea è sicuramente Bimbo Sicuro Allarme, un dispositivo ideato per rispondere alle paure di noi genitori. Quante volte, soprattutto in estate quando si frequenta la spiaggia oppure i parchi di divertimento o i grandi centri commerciali, abbiamo avuto il terrore di smarrire i nostri figli tra la folla? Questo prodotto da una soluzione alle nostre ansie poiché ci permette di tenere sotto controllo i piccoli e ci avverte nel caso in cui si allontanino eccessivamente da noi, il sistema è composto da un trasmettitore, che può essere messo al polso del bambino, e da un ricevitore che dà l’allarme nel caso il bambino si allontani. Pensa che il trasmettitore è impermeabile e antiurto e può essere messo al polso del bambino con il cinturino in dotazione oppure nella custodia da attaccare alla cinta, al costume o alle asole. Con questo apparecchio potrai controllare il tuo bambino fino a 50 m e con il Bimbo Sicuro Allarme + Ricerca potrai anche usufruire della funzione di ricerca che ti avvisa con un segnale acustico quando ti stai avvicinando al trasmettitore e dunque al tuo piccolo.

Le proposte Foppapedretti per la cameretta dei bambini

lettino

Foppapedretti propone tantissime idee destinate ai più piccoli; il catalogo offre diverse collezioni in grado di soddisfare anche i più esigenti. Inoltre, se state cercando un regalo di Natale sono certa troverete di certo qualcosa.
Nella collezione Vaniglia Cioccolato troviamo “Serena”, un Bagnetto/fasciatoio in truciolare trasformabile in cassettiera. E’ disponibile in diversi colori.

Il Babycresco Vaniglia&Cioccolato è invece un lettino con sponda regolabile e può diventare un letto da adulto. I vari cassetti e ripiani vari di cui dispone col tempo diventeranno comodino, cassettiere e librerie anche indipendenti dal letto.
Nella Collezione Paese dei Balocchi invece ci sono tanti oggetti capaci di rendere la camera del vostro bambino come un qualcosa di unico. Un delizioso appendiabiti da parete, tutto decorato a mano e costruito con materiali resistenti; la specchiera in legno da parete, il lettino con una sponda a scomparsa (Sistema Divanetto brevettato).

Regali di Natale: il sacco nanna

sacco nanna

Un simpatico regalo per Natale per i bambini piccoli è il sacco nanna, ovvero una specie di sacco a pelo con la parte superiore a forma di salopette. Il sacco nanna, oltre a difendere i bambini dal freddo durante la notte, in quando tendono a scoprirsi, serve a prevenire gli incidenti che possono avvenire nella culla o nel lettino, come impigliarsi tra le coperte oppure rimanere incastrati tra le sbarre di legno.

Il sacco nanna è un oggetto molto pratico, che permette al bambino di dormire tranquillo con le gambe distese e con le braccia e la testa fuori dal sacco; il sacco nanna avvolge il bambino come in una morbida coperta, che oltre a tranquillizzarlo, impedirà di muoversi per tutto il letto, e quindi, di farsi male. Esistono diversi misure di sacco nanna e in genere arrivano ai 36 mesi.

Come organizzare la festa di compleanno del tuo bambino

organizzare-feste-bambiniSi avvicina il giorno del compleanno del tuo piccolo e tu hai deciso di organizzare una festicciola per farlo divertire assieme ai suoi amichetti ma come preparare il tutto? Partiamo dal presupposto che ogni età ha una festa che gli si adatta maggiormente ma oggi vi voglio parlare di bambini che vanno dai 3 ai 5 anni, sono la fascia di età della quale ho maggiore esperienza e soprattutto ho partecipato a tanti party per piccini che potrei davvero scrivere un libro.

Il posto dove organizzare la festa

Se la tua casa è abbastanza grande puoi scegliere di allestire la festa qui, magari chiamando al massimo 15 bambini, dovrai avere cura di spostare mobili per creare maggiore spazio e soprattutto dovrai togliere tutto ciò che c’è di pericoloso ma anche di fragile. Abbi cura di coprire i divani con un telo, non si sa mai con un’orda di bambini scatenati per casa. Nel caso in cui la tua casa non ti permetta di ospitare tanti piccoli, hai due possibilità di scelta: puoi prenotare una sala per feste di bambini e addobbarla a tuo piacimento oppure scegliere uno di quei parchi al chiuso o all’aria aperta che ti offrono dei pacchetti All Inclusive. In questo caso ti daranno uno spazio dove servire la merenda e ti offriranno una serie di gettoni o biglietti di ingresso per le giostre o per i gonfiabili, su richiesta potrai anche chiedere che ti venga fornita la torta e tutto ciò che riguarda il cibo.

I regali di Natale per una neomamma

regali per neomamme

Con il Natale quasi alle porte è arrivato il momento di pensare ai regali da fare alle vostre amiche che sono diventate mamme da poco; non è facile fare un regalo a una neomamma perché sicuramente avrà già provveduto a comprare le cose più importanti o a farsele comprare dai parenti. Tuttavia non sbagliare il regalo è possibile: vediamo come fare!

Durante i primi mesi non sono mai abbastanza i body, i calzini da neonato, gli asciugamani e la biancheria da letto; nell’indecisione scegliete i body: quelli bianchi saranno perfetti perché sono facili da lavare. Anche i bavaglini non sono mai troppi, purché non siano troppo pregiati: considerando che si sporcheranno spesso preferite quelli di spugna a quelli stampati o ricamati a mano.

Via libera anche ai regali che renderanno più comoda la vita del bambino e della mamma, come il sacco nanna, il cuscino per l’allattamento e le copertine di cotone o di pile. Pollice alzato anche per le borse di tela che sono molto utili per portare con sé il cambio, e il libri per bambini, che saranno apprezzati anche se il piccolo è appena nato: ma se volete esseri coerenti con l’età del bimbo regalate dei libri di stoffa o di cartone per neonati.

Per Natale regalate i peluche Ikea e aiutate Save The Children

peluche ikea e save the children

Per questo Natale regalate ai vostri bambini un peluche Ikea e avrete due vantaggi: farete contenti i vostri piccoli e contribuirete ad aiutare Save The Children; in occasione delle prossime festività natalizie, infatti, il colosso scandinavo dei mobili low cost Ikea e l’associazione umanitaria Save The Children hanno deciso di unire le loro forze a favore dei bambini meno fortunati: dal 1 novembre al 24 dicembre 2009, infatti, in tutti i negozi Ikea sarà possibile partecipare alle iniziative di Save The Children.

Durante questo periodo sarà attiva la campagna “1 euro vale una Fortuna” che prevede la donazione di 1 euro per ogni peluche acquistato nei negozi Ikea ai progetti di Save The Children Italia a favore delle attività di educazione in Bangladesh, Russia, Albania e Vietnam. Nello stesso periodo, i collaboratori di Save The Children proporranno dei programmi di sostegno a distanza in Nepal, Albania, Uganda, Sudan e Haiti. L’iniziativa “1 euro vale una Fortuna” si colloca in una serie di iniziative internazionali che vedranno coinvolti 301 negozi Ikea in 37 nazioni europee e nord americane.

Linea Respirasano Chicco, un aiuto per purificare l’aria

aria pulita

Mentre molti genitori si preoccupano, giustamente, degli effetti nocivi dell’inquinamento atmosferico sulla salute dei bambini, sono ancora in pochi a nutrire la medesima apprensione circa la qualità dell’aria che i piccoli respirano ogni giorno negli ambienti domestici: in casa e nei luoghi chiusi si annidano infatti non solo agenti inquinanti come le polveri sottili, ma anche allergeni quali pollini, acari e peli di animale piuttosto che muffe e batteri; tutti fattori che possono nuocere al piccolo che non ha ancora adeguatamente sviluppato le proprie difese immunitarie.

Ma ad incidere sulla qualità dell’aria contribuisce non solo la presenza di inquinanti e allergeni, ma anche il grado di umidità degli ambienti che influenza a propria volta il proliferare dei primi. Per ovviare a questi problemi e purificare l’ambiente in cui il bambino vive, Chicco propone una linea di prodotti tutta dedicata al controllo della qualità dell’aria: Respirasano. Vediamola.

Questo Natale sostieni il Progetto Compagni di Viaggio dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

donazioni-bambin-gesu-natale-2009Spesso si sente parlare del Natale come una festa che ha snaturato la sua vocazione di convivialità e di momento di riflessione per divenire un manifesto di consumismo e corsa all’acquisto. Ma non per tutti è così, per questo motivo oggi volevo presentarti una iniziativa dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesu’ di Roma in occasione del Natale 2009, si chiama  Compagni di Viaggio e si prefigge due importanti obiettivi come leggiamo dal comunicato stampa

Il primo obiettivo è relativo all’acquisto di una Tac 64 multistrato di ultima generazione, in grado di offrire una visualizzazione tridimensionale degli organi in modo istantaneo, potenziando le attività di diagnosi e cura soprattutto in campo epatico e oncologico; il secondo obiettivo è assicurare le cure a quattro bambini provenienti dall’estero, sprovvisti di qualunque forma di assistenza, di copertura economica, affetti da gravi patologie cardiache e onco-ematologiche.

Pannolini, lavabili o usa e getta?

pannolini ecologici

Da qualche anno a questa parte si è diffusa la consuetudine fra le neo-mamme di utilizzare pannolini lavabili in luogo degli ormai tradizionali usa e getta; nulla a che vedere però con i vecchi ciripà dei quali piuttosto rappresentano l’evoluzione poichè sono più pratici da far indossare al bambino e più facili da lavare. I motivi che conducono a questa scelta sono molteplici: un’accresciuta coscienza ambientale, la necessità di ridurre le spese senza sottrarre nulla alla qualità delle cure somministrate ai propri figli e, non ultimo, la maggiore attenzione ai materiali e alle sostanze con le quali la pelle del bambino entra in contatto ogni giorno.

I pannolini lavabili detti anche ecologici o riciclabili infatti permettono ad una famiglia di risparmiare diverse centinaia di euro e, complessivamente, di ridurre di parecchie tonnellate l’immissione di rifiuti nell’ambiente; considerate infatti che ogni bambino consuma in media nei primi tre anni di vita qualcosa come cinquemila pannolini usa e getta con una spesa per le famiglie che si aggira fra le 1200 e le 1500 euro; di pannolini lavabili invece ne occorrono poche decine (una ventina secondo le testimonianze di alcune mamme che ho potuto raccogliere) con una spesa che va dalle 400 alle 800 euro a seconda del modello scelto e che non dovrà essere ripetuta all’arrivo del fratellino o della sorellina.

Natale 2009: le promozioni targate Prénatal

prènatal

Per chi ancora non ne fosse a conoscenza vi informo che fino al 9 dicembre se cercherete il pendaglio con le stelle fuori dai negozi Prénatal avrete diritto ad una serie di sconti favolosi. Acquistando due capi potrete usufruire di uno sconto pari al 20%, se ne acquisterete tre lo sconto sarà del 30%, mentre acquistando quattro o più prodotti sarà pari al 40%.

Aerosol giocattolo per Natale, un regalo utile e divertente

aerosol-bambino-7Già in un altro articolo ti ho parlato di come fare l’aerosol a tuo figlio, ma resta il fatto che molto spesso convincerlo a mettere la mascherina e aspettare pazientemente che l’ampolla si svuoti è una missione davvero impossibile. Ho pensato allora che questo Natale potresti unire l’utile al dilettevole e inserire nella lista dei regali per il tuo bambino, un aerosol giocattolo, un macchinario perfettamente funzionante che però si presenta con forme e colori accattivanti oppure che addirittura permette al tuo bambino di giocare mentre si effettua l’aerosol.

Di modelli ce ne sono molti, ne ho selezionati alcuni che mi sembravano più divertenti e soprattutto adatti a diverse fasce di età.

Per i più piccoli, i bimbi che ancora non sono in grado di interagire con il giocattolo vero e proprio ho trovato tre deliziosi modelli della Pic Indolor, azienda conosciuta e leader nella produzione di articoli per l’aerosolterapia, si chiamano MissCarol, MrRino e Mr Panda, sono piccoli, compatti ed hanno la forma di tre simpatici animaletti, rispettivamente una mucca, un pinguino e un panda. La forma divertente ovviamennte non va a discapito della funzionalità del macchinario che è comunque ottima grazie all’ampolla Sidestream che nebulizza nella metà del tempo di un’ampolla tradizionale.