Gambe gonfie e pesanti durante la gravidanza? Ecco cosa fare

di Daniela 2

gambe gonfie in gravidanza

Gambe pesanti e caviglie gonfie, si sa, sono i classici disturbi che colpiscono le donne durante la gestazione, a causa della fragilità delle pareti venose e arteriose che in questo momento diventano più deboli.

La responsabilità di questi disturbi è da imputare agli ormoni che, a causa della produzione di estrogeni, rilassano le vene diminuendone l’elasticità. Nel secondo trimestre di gravidanza il disturbo può peggiorare a causa dell’aumento di quantità di sangue in circolo, necessaria per arrivare fino al feto, questo processo, infatti, fa dilatare le vene rendendo più difficile il ritorno del sangue.

Tra la fine del secondo e l’inizio del terzo trimestre, la circolazione del sangue è ostacolata dall’aumento di peso e dalla crescita di volume dell’utero che schiaccia le vene nella zona del bacino rallentando il ritorno del sangue.

Per cercare di prevenire questi disturbi sono molto utili le calze elastiche contenitive che semplificano il deflusso venoso, attenuando il senso di gonfiore e pesantezza; anche praticare attività fisica serve a ridurre l’entità del dolore, in particolare il nuoto, perché è capace di sfruttare l’azione tonificante dell’acqua. A livello di alimentazione è importante consumare poco sale, in quanto il sodio trattiene l’acqua nelle cellule adipose, aumentando il gonfiore, mangiare molta frutta e verdura fresca, e bere almeno due litri d’acqua al giorno per eliminare liquidi e tossine.

Per ottenere un sollievo immediato è utile fare delle docciature di acqua fredda, in quanto la bassa temperatura restringe i vasi delle vene facilitandone il ritorno; il getto d’acqua fredda giova anche per il gonfiore delle caviglie e dei polpacci. Anche tenere un cuscino sotto le gambe quando si è a letto o nel divano è utile per migliorare la circolazione del sangue. Infine, un valido aiuto può arrivare anche dai prodotti defatiganti pensati apposta per alleviare il dolore provocato dalle gambe pesanti: basterà applicarli con un massaggio dal basso verso l’alto, in modo da favorire la risalita del sangue, per sentirsi subito meglio.