Burger King cancella le bibite dai menù dei bambini

di Redazione Commenta

I menù dei fast food non sono certamente la scelta più sana per i bambini. Lo abbiamo detto in molte occasioni. Noi, italiani, non ne facciamo un consumo massiccio, ma negli Stati Uniti sono estremamente frequentati. È così che una nota catena, la Burger King, ha scelto di fare un passo verso la salute dei piccoli clienti: dalla fine di febbraio ha eliminato le bibite dolci gassate dalla lista degli ingredienti compresi nei suoi Kids Meals Menu.

BK-cibo-spazzatura

Che cosa viene offerto ai bimbi da bere? Latte scremato, succo di mela al 100% e latte magro al cioccolato. Chi lo vorrà, potrà ancora acquistare bibite per i bambini, ma a parte. E probabilmente aggiungendo qualche soldino. Non all’interno dei Kids Meals dai quali sono state `delistat´. Ovviamente, è un’operazione di marketing. Un modo di BK di avvicinarsi a quella fetta di popolazione-genitori salutisti. Non risolverà il problema, ma magari potrebbe disincentivare alcuni comportamenti.

Le bibite zuccherate contribuiscono all’obesità. Secondo i dati dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), tra i bimbi dai 6 agli 11 anni la percentuale di `extralarge´ è aumentata dal 7% del 1980 al 18% circa del 2012, mentre nella fascia 12-19 anni si è passati dal 5% al 21%. In Europa, il fenomeno contra più di un terzo dei piccoli in sovrappeso e obesi. Alex Macedo, presidente di Burger King North America, ha commentato:

Il cambiamento è parte del nostro continuo impegno a offrire ai nostri clienti opzioni in linea con le esigenze dettate dagli stili di vita.

Margo Wootan, direttore Politiche nutrizionali, ha inoltre voluto aggiungere che la soda è la principale fonte di calorie nella dieta dei bambini. Che cosa ne pensate? Potrebbe essere un progetto educativo, anche se non risolverà il problema. Nel senso, che dovrebbero essere i genitori a fare prevenzione, curando di più l’alimentazione dei bambini.

Photo Credit | Shutterstock / sakkmesterke