Alcune regole per portare i bambini in spiaggia

di Micol 19

bambino_spiaggiaOggi a Roma c’è un gran bel sole e la temperatura è decisamente calda, per questo mi sento particolarmente ispirata nel parlarti di quali cautele prendere per portare i bambini al mare. L’estate si avvicina e dobbiamo prepararci per la spiaggia ma come comportarci con i più piccoli?

Dunque quando fa molto caldo è bene che i più piccoli evitino di stare sotto il sole, parliamo delle ore centrali della giornata perciò dalle 12 alle 17, orario in cui sarebbe meglio stare in casa. La cosa migliore sarebbe portare i bambini dalle 9:00 alle 11:30 e dalle 17:00 alle 19:00. Ciò che davvero è fondamentale è acquistare una buona crema solare con un filtro protettivo molto alto, 40 o 50, da applicare solo sul viso se si esce a fare una passeggiata e su tutto il corpo se si va in spiaggia. Visto che quando si scende in spiaggia i piccoli giocano e si insabbiano immediatamente il modo migliore per ovviare questo problema è quello di mettere la crema sin da casa quando il piccolo è pulito e meno irrequieto. Con il passare dei giorni si potrà mettere una protezione più bassa sulle gambe e sulle braccia mentre sul viso, sulle spalle e sul dorso continueremo a mettere la totale. Di creme in commercio ce ne sono un’infinità, mi raccomando di acquistarne una pediatrica, preferibilmente spray che si spalma meglio e non unge. Una crema di buona qualità  costa sui 14-18 euro.

I primi giorni in spiaggia dovrai fare attenzione a non fargli trascorrere troppo tempo sotto il sole e fargli fare delle pause sotto l’ombrellone, mettigli sempre un cappellino per evitare i colpi di calore e una magliettina bianca nel caso abbia la pelle particolarmente delicata. Dopo ogni bagno in mare rispalma una buona dose di crema anche se le indicazioni dicono che è resistente all’acqua. Mi raccomando di dare spessissimo da bere al piccolo, soprattutto acqua e succhi di frutta che lo idratano e gli danno la giusta dose di energia per sopportare il caldo.

Compra anche un paio di ragnetti, le classiche scarpette di plastica per fargli fare il bagno, in questo modo così eviterai che possa essere pizzicato da una tracina, puntura che provoca un dolore davvero insopportabile. Durante l’estate all’ora del pranzo non fargli mangiare cose troppo pesanti, di solito l’appetito diminuisce e in questo modo la digestione è più facile.

Spero di esserti stata utile, per qualunque domanda inviami un commento.