Vaccini, alcuni difendono i bambini dal cancro

di Redazione 3

Secondo uno studio condotto oltre oceano, negli Stati Uniti più precisamente, e pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Pediatrics, i vaccini contro la poliomielite e l’epatite b proteggono i bambini anche dal cancro. Lo studio ha preso in considerazione un campione di 2800 bambini e adolescenti di età compresa fra due e diciassette anni residenti in Texas, ai quali, nel periodo di tempo compreso fra il 1995 e il 2006, è stato diagnosticato un tumore.

Quindi è stato calcolato che per ogni bimbo che aveva avuto una diagnosi di tumore ce n’erano altri quattro sani, dello stesso sesso e della stessa età. I dati sono stati poi messi a confronto con quelli relativi a bambini residenti in zone ad elevato tasso di vaccinazione per polio ed epatite b. La conclusione è stata che i bambini sottoposti a queste particolari vaccinazioni hanno il 20% di probabilità in meno si sviluppare tipici tumori infantili, prima fra tutti la leucemia linfoblastica acuta.

Così commenta, sul Corriere della sera, i risultati dello studio statunitense, Andrea Pession, pediatra presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna:

Certamente il sistema immunitario svolge un ruolo determinante nell’insorgenza del cancro. In oncologia pediatrica esiste già un’ipotesi, avvalorata da osservazioni epidemiologiche su vasta scala, secondo la quale rinviando l’esposizione alle più comuni infezioni aumenta il rischio per i piccoli di ammalarsi di leucemia linfoblastica acuta…anche le comuni vaccinazioni, oltre ad assolvere il compito specifico di prevenzione primaria contro le più importanti infezioni, potrebbero anche allenare e mantenere pronto il sistema immunitario contro l’insorgenza di neoplasie.

Nel nostro paese il vaccino contro l’epatite b è obbligatorio dal ’91, qundi dovremmo sentirci un po’ più sollevati, tuttavia, avvertono i ricercatori statunitensi, il fatto che i piccoli siano vaccinati non deve farci pensare che non possano comunque ammalarsi di tumore. Quel che appare certo è che la ricerca in questo campo dovrebbe essere potenziata.