Le regole per fare l’aerosol a tuo figlio

di Redazione 3

aerosolOgni mamma che si rispetti ha l’incubo di dover fare l’aerosol al proprio bambino. Tu sei una di queste? Se hai risposto sì, qui c’è qualche consiglio utile per farlo nel modo più corretto possibile.

Prima regola: lavati bene le mani prima di maneggiare l’apparecchio, prepara con cura la soluzione da inalare, applica il tubo al compressore e fai aderire bene la mascherina al viso di tuo figlio. Fai attenzione che tutta la soluzione contenuta nell’ampolla sia esaurita prima di spegnere l’apparecchio.


Seconda regola: una volta finita la terapia, lava bene il viso a tuo figlio affinché vengano via le tracce residue del farmaco che potrebbero irritargli la pelle. Fai sì che si sciacqui anche la bocca se nella soluzione hai messo del cortisone.

Terza regola: lava bene tutte le parti dell’aerosol con acqua tiepida e poi mettile a disinfettare in una soluzione disinfettante fino all’utilizzo successivo.

Quarta regola: ogni 5-6 sedute controlla l’efficacia del nebulizzatore, il foro di uscita dell’aria compressa si ostruisce facilmente, puoi capirlo se i tempi di nebulizzazione si allungano. Per disostruire l’ampolla non usare aghi o spilli, potresti allargare il foro alterando così i risultati delle successive terapie. Devi invece sciacquare ripetutamente l’ampolla ed eventualmente sostituirla nel caso non dovessi riuscire a pulirla.

Quinta regola: è importante che tu tenga la mascherina in posizione verticale e bene aderente al viso per tutta la durata della seduta aerosolica: basterà allontanarla anche di un solo centimetro dal volto di tuo figlio perché più della metà dell’aerosol non venga inalata, disperdendosi nell’ambiente. Perciò sarebbe meglio che fissassi la maschera al viso con un doppio elastico, assicurando così uno stretto contatto con il viso, anche se il piccolo piange e si agita. Pensa che quando piange tuo figlio respira prevalentemente con la bocca, facilitando perciò l’inalazione dell’aerosol.

Sesta regola: non fare l’aerosol a tuo figlio mentre dorme, è praticamente inutile. La respirazione nei neonati e nei bambini piccoli, a riposo, avviene prevalentemente per via nasale: il naso però agisce da filtro e trattiene gran parte dell’aerosol (fino al 75%), impedendo di conseguenza ai farmaci contenuti nell’ampolla di raggiungere le vie bronchiali.