Pelle dei neonati, il decalogo degli esperti del Bambino Gesù

di Fabiana Commenta

Quanto è delicata la pelle dei neonati e durante i primi mesi di vita? I bambini richiedono una serie di attenzioni costanti proprio per evitare arrossamenti, dermatiti o irritazioni di altro genere. Per tutelare al massimo i nostri bambini, arriva il decalogo degli esperti del Bambino Gesù di Roma. 

pelle, nomi, bambini, bambini, salute, neonato, reddito di maternità, Epilessia nei bambini: l'importanza di una diagnosi precoce

Contrariamente a quanto si sia portati a pensare, la pelle sana dei neonati e dei lattanti non richiede l’uso di prodotti specifici: meglio allora non abusarne quando non necessario proprio per evitate l’insorgenza di allergie e di irritazioni. 

Dovendo scegliere, è meglio scegliere i prodotti che si trovano  in farmacia visto che vengono sottoposti a un maggior numero di test.

Per rilassare i piccoli eliminando i residui dell’inquinamento ambientale, è consigliato far loro un bel bagnetto: consigliato un bagno quotidiano anche se di breve durata, con acqua tiepida e detergente oleoso. In caso di pelle secca consigliate le creme idratanti.

 

Meglio evitare invece i detergenti schiumogeni preferendo quelli  senza tensioattivi.

Ricordate che i alcuni dei prodotti usati dagli adulti non possono essere invece utilizzati dai bambini perché potrebbero risultare percorro nocivi: il consiglio è di chiedere prima al pediatra.

Non eccedete con l’uso di creme o paste emollienti per la zona del pannolino perché un’applicazione superiore al necessario contribuisce alla macerazione della pelle e l’insorgenza di irritazioni.

Evitate anche le salviette umidificate per l’igiene, meglio sostituirle con l’acqua o detergenti senza risciacquo.

Evitate poi l’uso di prodotti naturali in particolare olii per l’idratazione del corpo, perché non vengono testati sui bambini e potrebbero causare follicoliti o irritazioni.

In caso di infiammazioni, è bene ricordare che potrebbero essere di tre tipi, irritative, infettive e allergiche.

Infiammazioni irritative: si manifestano sulle zone convesse dei genitali e possono essere causate dal contatto con urine e feci al momento del cambio del pannolino una gestione inadeguata dei cambi del pannolino e dall’utilizzo eccessivo di creme e paste emollienti.

Dermatite infettiva: è una complicanza di quella irritativa  causata generalmente dalla candida e si manifesta con chiazze arrossate su tutta l’area del pannolino.

Dermatite allergica: si tratta di una malattia infiammatoria della pelle che causa arrossamento, umidità e squamo-croste, accompagnata dal prurito. Viene causata dal contatto di alcuni prodotti o superfici con la pelle e dalla predisposizione genetica.

Come prevenire queste dermatiti? I medici del Bambino Gesù consigliano di seguire poche, semplici regole.

È bene cambiare pannolino con frequenza, detergere la pelle quando la zona è sporca, evitare l’uso di antisettici se non consigliati dal pediatra, non applicare creme e paste emollienti se la pelle è sana ed eventualmente, se necessaria non più di due volte al giorno, evitare l’uso di cortisonici topici.

GIORNATE DELLA DERMATITE ATOPICA

PELLE SECCA DEL NEONATO, COME TRATTARLA

photo credits | think stock