Papà più presenti e giocherelloni, ma non devono essere dei “mammi”

di Redazione Commenta

Come sono i papà di oggi? La figura paterna è molto cambiata: sono sicuramente più presenti a livello pratico, cambiano i pannolini, si alternano alla mamma nelle coccole notturne e giocano con i loro bambini. Quando sono più grandi, cucinano per i pargoli, almeno nel weekend o se la mamma è via, e vanno ai colloqui con gli insegnati. È stato un cambiamento fisiologico perché le mamme non sono più mamme e casalinghe, sono anche delle lavoratrici e in casa c’è bisogno di collaborazione su tutti i fronti.

rapporto-papa 

In questi anni assistiamo anche nel nostro Paese al diffondersi di una figura paterna differente rispetto al passato. Spesso i giovani papà sono più disponibili all’aiuto in casa, e più coinvolti rispetto al passato nella cura e nella gestione dei figli. È un bene, in una società in cui la mamma lavora. A patto però che non ne risenta il ruolo paterno: il padre deve essere per il bambino la figura maschile di riferimento, un adulto autorevole e non autoritario. E soprattutto non deve essere un “mammo”.

Ha commentato all’Adnkronos Salute Italo Farnetani, pediatra a Milano e autore del volume Genitori autorevoli. Una guida per affrontare con equilibrio e competenza la crescita dei figli dalla nascita all’adolescenza (Mondadori Electa). Secondo l’esperto, i bambini devono poter identificare precise differenze di genere: il rapporto con la mamma, unico e naturale, non deve essere confuso con quello che hanno con il papà, che deve essere una figura forte e in grado di condizionare l’ambiente. Anche la mamma deve dare sicurezza, ma in modo diverso. E poi ha aggiunto:

Consiglio sempre ai papà di portare fuori i bambini, a passeggiare nel parco o in bicicletta, ritagliando momenti speciali per conoscere meglio i figli. In casa invece i giochi più adatti ai papà sono quelli “da maschi”, che divertono spesso anche le bambine. Ma anche i giochi da tavolo. Il papà deve divertirsi insieme ai figli, assecondando le loro passioni, ma senza perdere mai il suo ruolo.

Photo Credit | Shutterstock / wavebreakmedia