Neo papà: come rafforzare il legame con il proprio figlio

di Redazione Commenta

Durante e subito dopo la gravidanza, la mamma ed il bebè sono i protagonisti assoluti di una delle esperienze più emozionanti facenti parte della vita. Ma spesso dimentichiamo come anche i papà, che passano in secondo piano, rivestano un ruolo di grande importanza. Non tutti di fronte l’arrivo del bebè, reagiscono allo stesso modo. C’è a chi, ad esempio, venga del tutto naturale approcciarsi al piccolo e chi invece abbia bisogno del tempo per affrontare questa nuova situazione familiare. Creare un legame con il nuovo arrivato non è poi così difficile, però. Ecco qualche consiglio utile.

Neo papà

Durante la gravidanza accarezzare il pancione, parlargli, fare sentire la propria presenza ed il proprio affetto può costituire già un ottimo punto di partenza che ponga le basi per un solido legame. Una volta nato il bambino cercate fin da subito di avvicinarvi al frugoletto. Dovrete essere bravi a non farvi scoraggiare dal rapporto della mamma con il proprio bambino che per forza di cose, come l’allattamento al seno ad esempio, sarà quasi esclusivo. Non abbiate fretta, dunque, ma con pazienza e costanza ricercate un contatto costante. Cogliete le occasioni utili per tenere il bebè stretto a voi. Ritagliatevi dei momenti di relax in cui sdraiarvi sul letto e metterlo sul vostro torace.

Coadiuvate la mamma in tutte quelle operazioni che rientrano nella cura del bambino. Cullarlo quando piange, fargli fare il ruttino, cambiargli il pannolino o tenerlo semplicemente in braccio. Tutti momenti utili per creare una sorta di intimità nel rapporto padre-figlio. Per questo motivo dovrete mettere da parte tutte le paure e buttarvi in questa nuova avventura che vi vede indossare una nuova ed emozionante veste. La nascita di un bambino rivoluziona per forza di cose l’assetto e gli equilibri familiari. Questi rappresentano dei piccoli e semplici consigli per evitare di entrare nel panico ed inserirsi con estrema naturalezza nel nuovo rapporto a tre.