Le mamme over 50 sono un nuovo fenomeno sociale. Favorevoli o contrarie?

di Redazione 4

Sono sempre più numerose le mamme over 50, soprattutto vip. Pensiamo a Carmen Russo, che recentemente ha annunciato la sua gravidanza, a Gianna Nannini che ha realizzato il sogno della maternità a 54 anni. Oggi la sua bambina ha 2 anni e la rocker toscana ha dichiarato di essere pronta per fare un altro bimbo. Poi c’è Alessandra Martinez che, alla vigilia dei 50 anni, è quasi a termine della sua seconda gravidanza.

Gli esempi sono molti e si può ormai parlare di fenomeno sociale. Sono davvero tante le donne, con più di 45 anni, che chiamano i centri di fertilità per sperimentare il trattamento di fecondazione assistita. Sono signore, nella maggior parte dei casi, istruite, che non hanno avuto figli non per loro scelta, ma perché non sono mai arrivati. Oggi questo desiderio è maggiormente alimentato proprio dall’esempio delle vip, che quasi in menopausa annunciano felici la loro gravidanza.

Non è però così facile avere un bambino,  nonostante i nuovi metodi di fecondazione. Spesso l’esempio delle signore della musica o della televisione alimenta false speranze. Ricordiamo che la possibilità di concepire crolla dopo i 35 anni quasi del 40 percento. È quindi importante non aspettare troppo e non fidarsi dei successi della scienza.

Questo tema è davvero all’ordine del giorno, tanto che il New York Magazine ha pubblicato una copertina dove un’anziana signora in posa con il pancione, in stile Demi Moore. Il reportage non attacca le mamme over 50, ma anzi si scaglia contro i pregiudizi che queste coraggiose mamme sono costrette ad affrontare.

Ci sono tanti motivi per guardare con occhi allibiti queste donne che scelgono di diventare mamme quando ormai hanno solo l’età per fare le nonne: il fattore biologico, il gap generazionale, i numerosi bambini in attesa di un’adozione (come ha ricordato qualche settimana fa  Luciana Littizzetto) e la necessità di accettare anche la vecchiaia, che purtroppo non si può sconfiggere solo con una nascita. Ma ci sono tanti motivi anche per guardare queste donne con rispetto…

Cosa ne pensate: siete favorevoli o contrari? Rispondete al nostro sondaggio:

[poll id=”26″]

Photo Credit| ThinkStock